Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 25 Ottobre - ore 16.52

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Estetisti e acconciatori in piazza: "Vogliamo riaprire, da noi piena sicurezza"

Stamattina a Sarzana flash mob promosso dagli operatori del settore. Chiavi delle attività consegnate alla sindaca Ponzanelli.

"Prima di giugno"
Estetisti e acconciatori in piazza: "Vogliamo riaprire, da noi piena sicurezza"

Sarzana - Val di Magra - Riaprire prima possibile, consapevoli di poter garantire il massimo della sicurezza all'utenza e a sé stessi. Questo il messaggio lanciato da acconciatori, estetisti e tatuatori nel corso del flash mob tenutosi stamattina a Sarzana, in Piazza Matteotti. Una cinquantina di operatori della Val di Magra ha preso parte all'iniziativa – con mascherina e nel rispetto delle distanziamento -, consegnando simbolicamente le chiavi delle attività alla prima cittadina, Cristina Ponzanelli, che ha solidarizzato con i presenti. Una delegazione è stata accolta in sala consiliare – ad ascoltarli anche la senatrice leghista Stefania Pucciarelli -, per chiarire le ragioni a favore della riapertura del settore. Il mob, promosso dagli operatori, ha ricevuto il sostegno delle associazioni di categoria e domattina sarà replicato alla Spezia, in Piazza Europa. “La richiesta è riaprire prima del 1° giugno, magari a metà maggio – spiega Antonella Simone per Confartigianato -. Parliamo di attività che operano già in piena sicurezza e con totale attenzione a salute e igiene, è una prerogativa del settore. E c'è piena disponibilità a organizzarsi per implementare ulteriormente le misure di sicurezza vista l'attuale situazione. Ricordiamo inoltre che ci sono categorie come dentisti e fisioterapisti che possono già operare, e che, come estetisti e acconciatori, stanno a contatto con l'utenza. Altro punto da rimarcare è che non parliamo soltanto di cura delle bellezza: pensiamo, solo per fare un esempio, a persone anziane che hanno problemi ai piedi e senza un servizio adeguato non riescono a camminare. In ballo c'è una funzione sociale”. Questi e altri temi sono stati segnalati nei giorni scorsi dalla Confartigianato spezzina in una lettera inviata a Palazzo Chigi. “Altra cosa fondamentale – conclude Simone – è che, una volta deciso il momento della ripartenza, questo non venga comunicato dall'oggi al domani, dando in modo alle attività di organizzarsi per tempo ai protocolli”. Intanto oggi sono state ribadite alla sindaca Ponzanelli le richieste in merito a rinvii e sospensioni di imposte, trovando nella prima cittadina una sponda amica.

“Vorremmo che il settore ripartisse prima possibile, e con delle certezze su come ripartire – commenta per Cna Valentina Figoli, anche lei presente stamani alla manifestazione -. Gli operatori hanno già protocolli igienico sanitari perfetti, ma saranno necessarie delle implementazioni. Noi come associazione ci stiamo adoperando per informare le attività in merito a procedure quali sanificazioni e igienizzazioni”. E il protrarsi dello stop lascia campo al nero. “Basta fare un giro su Facebook per trovare chi abusivamente si promuove sui social come acconciatore ed estetista a domicilio. Il nero è sempre stato mal sopportato, a maggior ragione è difficile tollerarlo in questo momento. Forse su questo tema c'è troppo silenzio”. “Il settore benessere – afferma Fabio Lombardi, presente oggi a Sarzana per Confesercenti – porta avanti una prassi igienico sanitaria precisa e specifica quanto quella osservata nel campo alimentare. Pulizia degli utensili, sanificazione delle attrezzature, delle superfici: procedure consolidate a tutela di esercenti e clienti. Per questa ragione la proposta avanzata dal presidente Toti, cioè ripartire con il solo servizio a domicilio, è stata rigettata: non ha molto senso, parliamo di attività che sono tra le più sicure sul mercato. Il nero? C'è purtroppo anche in questo periodo c'è chi fa il furbo, magari mettendo a rischio l'utenza”. Pieno sostegno alle ragioni della mobilitazione anche dalla Confcommercio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News