Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Aprile - ore 20.56

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Cà Lunae, un rosso corposo per Dante Alighieri

Vinitaly
Cà Lunae, un rosso corposo per Dante Alighieri

Sarzana - Val di Magra - Questa mattina nello stand dell'Enoteca regionale ligure a Vinitaly si è tenuto un evento a commemorazione del legame tra Dante Alighieri e la Liguria. Nel XIX Canto del Purgatorio della Divina Commedia il Sommo Poeta cita infatti il fiume Entella di Chiavari, definendolo “fiumana bella” - “Intra Siestri e Chiaveri s’adima una fiumana bella, e del suo nome lo titol del mio sangue fa sua cima” – da cui prende nome l’evento omonimo che si terrà proprio a Chiavari il prossimo 13 luglio e in anteprima il 6 luglio a Neirone, inserendosi nel quadro delle attività del VII Centenario dalla morte di Dante Alighieri (1321 – 2021).

Oltre ai padroni di casa Stefano Mai, Assessore all’Agricoltura della Regione Liguria e Marco Rezzano, presidente di Enoteca ligure, erano presenti il sindaco di Chiavari Marco di Capua, la vice sindaco e Assessore alla Cultura Silvia Stanig e il sindaco di Neirone Stefano Sudermania.

L’evento si è composto di due momenti, a partire dalla presentazione dell’etichetta “Verba Dantis” (il Verbo di Dante) della Cantina Cà Lunae di Ortonovo, un IGT Liguria di Levante, un rosso corposo, sanguigno, proprio come l’animo di Dante dall’uvaggio ricercatissimo.
“Abbiamo raccolto con piacere l’idea dell’Associazione Istituto Dantesco di Ortonovo di dedicare un vino a Dante Alighieri – ha dichiarato Diego Bosoni che era presenta anche per guidare la degustazione del nuovo vino – Abbiamo vinificato due vitigni antichi e autoctoni, la Massaretta e la Pollera Nera tra Lunigiana e Colli di Luni, con 18 messi in botte grande per esaltare al meglio le qualità dei vitigni e ottenere un vino di corpo, di complessità che potesse rappresentare questa importane e illustre figura”. Un’etichetta che si pone nel solco di quel rapporto privilegiato che tanto legò il Poeta a tutta la Val di Magra per l’ospitalità illuminata della famiglia dei marchesi Malaspina testimoniata dal Canto VIII del Purgatorio, il “Canto lunigianese per eccellenza”.

Il secondo momento ha visto invece un Dante in carne e ossa, l’attore Mario Roncagliolo della compagnia “Artemis Levante” di Rapallo, declamare in costume dantesco i versi dedicati alla “fiumana bella” di Chiavari e un testo di Giulietta Vaio Ricci sul viaggio di Dante Alighieri da Verona alla Liguria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Cà Lunae, un rosso corposo per Dante Alighieri Archivio CdS


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News