Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 04 Giugno - ore 20.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Buoni spesa, modalità e quote nei comuni della Val di Magra

Tutti gli enti hanno messo a disposizione dei cittadini linee guida e domande per richiedere il sostegno economico per le spese alimentari. Settanta euro per famiglie fino a due componenti a Sarzana, fino a 150 a Santo Stefano.

Sarzana - Val di Magra - Ammonta in totale a circa 407mila euro la somma erogata dal Governo ai sette comuni della Val di Magra per la distribuzione dei buoni spesa riservati alle famiglie maggiormente in difficoltà per le conseguenze delle misure di contenimento adottate per l'emergenza Coronavirus. Ciascuna amministrazione ha provveduto a varare le proprie linee guida – sostanzialmente simili per tutti – indicando modalità per la presentazione delle domande e importi dei buoni che variano ad esempio 70 euro nuclei familiari fino a due componenti a Sarzana fino ai 100 per capofamiglia più altri 50 per ogni componente a Santo Stefano, Castelnuovo e Luni. Comuni che, come nel caso di Ameglia, hanno aperto anche una raccolta per incrementare il fondo messo a disposizione dal Comune.

AMEGLIA (22.881 euro)
Il sindaco De Ranieri ha stabilito che il valore del buono sarà disposto successivamente alla ricezione delle domande mentre l'elenco degli esercizi aderenti sarà pubblicato sul sito dell'ente. Per quanto riguarda i criteri, i richiedenti nell'autocertificazione dovranno dichiarare di trovarsi in una situazione di necessità economica conseguente agli effetti del Covid-19; se usufruiscono o meno di altre misure di sostegno al reddito (Rdc, Pdc, carta acquisti, Naspi, Contributi da Regione o Comune, emporio solidale) e redditi esenti Irpef (indennità di accompagnamento o pensione Inail); di non aver ancora percepito cassa integrazione o ulteriori misure di sostegno al reddito previste dal Governo o dalla Regione causa emergenza sanitaria in atto; di non abitare in una casa di proprietà ovvero in affitto; di quale disponibilità economica dispongono.
Le domande verranno esaminate in base ad un criterio di necessità e non secondo i tempi di presentazione.
Presentare il modulo via mail a protocollo@comune.ameglia.sp.it entro le ore 24,00 di mercoledì 8 aprile 2020 oppure presso il Comune di Ameglia, via Cafaggio 15, dalle 9 alle 12 di sabato 4 e mercoledì 8 aprile 2020. Info: 018760920
Il Comune ha inoltre attivato una raccolta per incrementare il fondo governativo con donazioni che potranno essere fatte all'Iban  IT67Y0623049671000035693726 con la causale “donazione per emergenza epidemia”.

ARCOLA (64.740 euro)
Secondo quanto stabilito dal sindaco Paganini le richiesta saranno valutate tenendo conto delle seguenti circostanze: esercenti con attività chiuse in mancanza di altre fonti di reddito; liberi profesionisti con attività sospesa privi di altre fonti di reddito; disoccupati non percettori di altri redditi e senza altro reddito in famiglia; lavoratori in casse integrazione senza altro reddito in famiglia non ancora percettori di ammortizzatori sociali; famiglie con Isee inferiore a 12.000 euro.
Per tutte queste categorie si terrà conto della presenza nel nucleo famigliare di minori o disabili e del loro numero. Il bonus si articolerà infatti in base alla composizione del nucleo con le seguenti modalità: 1 componente – fino a 100 euro, 2 componenti – fino a 150 euro, 3-4 componenti fino a 200 euro, 5 o più componenti fino a 300 euro.
Nella domanda i richiedenti dovranno sottoscrivere l'attuale situazione lavorativa a seguito delle disposizioni di contenimento del virus, di non beneficiare di ammortizzatori sociali o retribuzione ridotta, di non possedere rendite derivanti da beni mobiliari e/o immobiliari e di essere privi di altre risorse economiche personali o familiari oltre a non usufruire di altre misure di sostegno al reddito (RDC, PDC, Carta acquisti, Naspi, contributi economici da Regione o Comune, emporio solidale). Infine di avere un Isee inferiore o superiore a 12.000 euro.
Le domande potranno essere presentate fino a martedì 7 aprile e i cittadini potranno scaricare il modulo dal sito del Comune oppure presso la sede di via Valentini 89/A prelevandolo dalla cassetta posta all'esterno dell'ingresso dell'ufficio anagrafe, presso la porta d'ingresso del Patronato SPI CGIL di Romito Magra o presso il centro sociale “Bassano” del Termo. La consegna potrà invece avvenire via mail: protocollo@comune.arcola.sp.it oppure deposita presso la cassetta postale posta all'esterno dell'ufficio anagrafe.
Per informazioni: 0187954103 da lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30.

CASTELNUOVO MAGRA (53.612 euro)
Il sindaco Daniele Montebello e la sua giunta hanno individuato i seguenti criteri di priorità per l'erogazione dei buoni: situazione di assoluta necessità conseguente agli effetti dell'emergenza Covid-19, specificando specificandone le ragioni e che non usufruiscono di altre misure di sostegno al reddito (RDC, PDC, Carta acquisti, Naspi, contributi da Regione o Comune, emporio solidale); non hanno ancora percepito cassa integrazione o ulteriori misure di sostegno al reddito previste dal Governo o dalla Regione per l'emergenza, non beneficiano, in relazione ad alcun componente del nucleo familiare di entrate esenti Iperf (indennità di accompagnamento o pensioni Inali), non hanno disponibilità economiche su conti correnti bancari e o postali superiori complessivamente a 5.000 euro. Dopo il 13 aprile, i servizi sociali del Comune prenderanno in esame le domande (nei limiti delle risorse eventualmente residue) di coloro che si trovano in condizioni di necessità comunque connessa all'emergenza del Covid-19 ma che non rispondono ai requisiti suddetti, in base a questi criteri: pregressa situazione di fragilità economica, liquidità comunque insufficiente al sostentamento in ragione della esiguità delle misure di cui il nucleo beneficia e numerosità del nucleo.
Per quanto riguarda la misura del sostegno, il valore del contributo sarà di 100 euro per ogni capo famiglia (o nucleo singolo) incrementato di 50 euro per ogni ulteriore componente. I buoni cartacei saranno del valore unitario di 5 e 10 euro mentre l'utilizzo della carta prepagata utilizzata nell'unico supermercato presente sul territorio comunale prevederà l'impegno all'acquisto di alimenti e generi di prima necessità. Il sostegno erogato dovrà essere utilizzato entro il mese di maggio.
Per richiedere il contributo occorre presentare domanda entro il 13 aprile 2020, compilando l'apposito modulo reperibile sul sito istituzionale dell'Ente o presso l’Ufficio di Polizia Locale e da trasmettere con le seguenti modalità: prioritariamente mediante posta elettronica all'indirizzo e-mail: protocollo@pec.castelnuovomagra.com (la ricezione funziona anche con invio da mail non certificata); mediante consegna in apposito contenitore posto davanti all’ingresso della sede della Polizia Locale presso il Centro Commerciale “La Miniera” dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 17.00 di ogni giorno, tranne la domenica (per coloro che non dispongono di strumenti di comunicazione elettronica).
Le domande saranno esaminate secondo l’ordine di arrivo fino ad esaurimento delle relative risorse.
Il Comune comunicherà entro domani i punti vendita aderenti nei quali si potrà usufruire dei buoni.

LUNI (51.274 euro)
Le misure adottate dal sindaco Silvestri e dalla sua giunta saranno comunicate nella giornata di domani ma facendo parte l'ente dello stesso ambito di servizi sociali con Ameglia e Castelnuovo Magra, le modalità di accesso saranno sostanzialmente simili. I buoni saranno da 10 e 20 euro mentre il valore del contributo sarà di 100 euro per capofamiglia (o nucleo singolo) con un incremento di 50 euro per ogni altro componente. Le domande potranno essere presentate via mail: protocollo@comune.luni.sp.it oppure lasciate in apposito contenitore presso le cassette poste all'ingresso del palazzo comunale e ufficio della Polizia Municipale.

SANTO STEFANO DI MAGRA (57.261 euro)
Il sindaco Sisti e la giunta hanno stabilito l'erogazione di un buono da 100 euro per ogni capo famiglia (o singolo nucleo) con un incremento di 50 euro per ogni altro componente, che potrà essere speso in tutti gli esercizi commerciali che aderiranno e saranno pubblicati sul sito dell'ente.
Nella domanda, scaricabile dal sito Internet o reperibile in Comune, i firmatari devono dichiarare di trovarsi in una situazione di necessità economica conseguente agli effetti dei provvedimenti per l'emergenza Covid-19, di non usufruire di altre misure di sostegno al reddito, di non aver ancora percepito cassa integrazione o ulteriori misure di sostegno al reddito previste dal Governo o dalle Regioni, che nessun componente del nucleo beneficia di entrate esenti Irpef, di non avere disponibilità economica e indicare eventuali minori nel nucleo familiare.
La domanda potrà poi essere inoltrata per email ai seguenti indirizzi: servizisociali@comune.santostefanodimagra.sp.it protocollo@pec.comune.santostefanodimagra.sp.it
Chi non avesse accesso al web, può contattare i numeri: 0187 697179 - 0187 697172 - 0187 697175, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.

Negozi e supermercati che aderiscono al servizio BUONI ALIMENTARI:
Alimentari Alba&Mari, Via Mazzini  telefono 0187 699793
Alimentari Patrizia Venturini, Piazza Garibaldi  telefono 0187 697001
Alimentari Daniela Storti Via Cisa Vecchia 23 0187 631382 
La Bottega della Luana, Via Cacioppo telefono 0187/631257 
La bottega di Pelato Via Cisa Sud, 219  telefono 0187 631009
Non solo frutta, Via Cisa Sud 316 telefono 370 313 6521
Valerio's Bakery Via Cisa Sud, 126 telefono 0187 699243
Antico market Via Cisa Sud telefono 0187 699074
Supermercato CONAD Via Arzelà telefono 0187 695225

SARZANA (118.004 euro)
Nella sezione 'info Coronavirus' sul sito dell'ente, alla voce 'emergenza alimentare' si possono scaricare i moduli per inoltrare la richiesta per l'erogazione dei buoni spesa. In base a quanto stabilito dalle linee guida varate dal sindaco Cristina Ponzanelli e dalla giunta, l'importo dei buoni varierà da 70 euro per nuclei familiari fino a due componenti, 100 euro per nuclei fino a quattro componenti, 130 euro per nuclei con più di 4 componenti.
La domanda dovrà essere inoltrata via mail a protocollo@comunesarzana.gov.it oppure presso l'ufficio protocollo dell'ente in piazza Matteotti. Al ritiro del buono i beneficiari dovranno comunicare agli assistenti sociali l'esercizio commerciale presso il quale si intende utilizzare il buono erogato e l'utilizzo dello stesso sarà possibile solo nella seconda giornata successiva a quella in cui lo avrà comunicato.
Nella domanda si dovrà dichiarare di aver subito una perdita di entrate reddituali in conseguenza della cessazione obbligatoria dell'attività produttiva di ogni genere in base alle disposizioni: di aver subito perdita di entrate in conseguenza di licenziamento di uno dei componenti, di non essere beneficiario di altre misure di sostegno al reddito e che nel proprio nucleo è presente un soggetto diversamente abile che non gode di altre forme di sostegno economico, l'eventuale presenza di donna in stato di gravidanza. Alla domanda andrà allegata anche la documentazione comprovante la perdita di entrate reddituali come dichiarazione Isee in caso di assenza di redditi.

Gli operatori commerciali disponibili ad accettare i buoni spesa emessi dall'Ente potranno comunicare tale intenzione mediante compilazione del modello disponibile su questo sito nella sezione dedicata Info Coronavirus- Emergenza Alimentare.
Per qualsiasi informazione è possibile rivolgersi ai Servizi Sociali mediante l'inoltro di mail ai seguenti indirizzi:
protocollo@comunesarzana.gov.it
stefania.calabrese@comunesarzana.gov.it
welfare@comunesarzana.gov.it
oppure contattare, dal lunedì al sabato, dalle ore 08:30 alle ore 13:30, i seguenti recapiti telefonici:  3510809008- 3292107446.


VEZZANO LIGURE (40.108 euro)
Secondo quanto disposto dal sindaco Bertoni e dalla sua giunta, le domande potranno essere presentate entro tutto il mese di Aprile e la platea dei beneficiari ed il relativo contributo saranno individuati fra i nuclei più esposti agli effetti economici dell'emergenza Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico. I residenti dovranno infatti dichiarare di non usufruire di altre misure di sostegno al reddito, di non percepire cassa integrazione o ulteriori misure e che nessun componente del nucleo beneficia di entrate esenti Irpef.
L'erogazione del buono sarà da 100 euro per ogni capo famiglia (o singolo nucleo) con un incremento di 50 euro per ogni altro componente
Le domande potranno essere presentate: prioritariamente mediante posta elettronica agli indirizzi e-mail : servizisociali@comune.vezzanoligure.sp.it ; sindaco@comune.vezzanoligure.sp.it ; protocollo.comunevezzanoligure@pec.it (solo se il mittente utilizza un indirizzo di posta elettronica certificata); mediante intervista telefonica  limitatamente a coloro che non dispongono di dispositivi di comunicazione elettronica. Per  la presentazione della domanda a mezzo intervista telefonica  e/o informazioni sono disponibili i seguenti numeri: dalle ore 9 alle ore 13:0187/982520   -   0187/993128  - 0187/993120;  dalle ore 14 alle ore 18 al n° 0187/993005.

Attività nelle quali sarà possibile utilizzare i buoni: Basko via Provinciale Piana località Bottagna; Carrefour Express, via Termo 196; Conad via Arzelà Santo Stefano di Magra (solo per residenti nelle località Piano di Vezzano I e II); EuroSpin via Aurelia località Fornola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News