Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Ottobre - ore 21.36

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Un altro mese senza aiuti e le aziende vinicole rischieranno chiusura"

Il presidente del Consorzio Dop Igp, Andrea Marcesini: "Sono passate due settimane ma sembra un'eternità".

Coronavirus
"Un altro mese senza aiuti e le aziende vinicole rischieranno chiusura"

Sarzana - Val di Magra - Sfogo social per Andrea Marcesini, presidente del Consorzio per la tutela dei vini DOP e IGP Colli di Luni Cinque Terre Colline di Levanto e Liguria di Levante. Già intervenuto (QUI) nei giorni scorsi, nelle scorse ore di è dichiarato “insofferente con alcune persone. Forse non si ha ben chiaro come funziona. Ancora un mese in questa situazione senza aiuti e molte molte aziende rischiano di chiudere. Siamo legati con i settori da subito chiusi e in ginocchio per questa situazione, turismo e ristorazione, e dobbiamo, a fronte di entrate a zero, continuare a far uscire denaro per curare le vigne e le coltivazioni in genere con il dubbio di poterle vendere”.

“È da ottobre – ha proseguito - che non abbiamo entrate soddisfacenti e sta per esplodere la campagna che farà esplodere gli impegni economici per preparare i nuovi raccolti. E non si vede ancora un piano che ci possa aiutare. Non basta prorogare tasse e adempimenti, non serve la cassa integrazione per i dipendenti, la natura non si ferma, come non si fermano i mutui da pagare e i fornitori da onorare. Sono passate due settimane dall'inizio di tutto ma a noi sembra già un'eternità”. E sarebbe certo insensato ottimismo pensare che siamo a un giro di pista dalla fine dell'emergenza. Anzi, il picco del contagio – come sostengono ogni giorno le autorità – da noi deve ancora arrivare. Il presidente Marcesini, titolare dell'azienda agricola La Felce, a Luni, ha precisato poi che “in questo momento il vino non l'hai ancora venduto e non hai incassato, ma hai speso e ora devi spendere per non far morire le vigne e per preparare il prossimo raccolto, e gli ultimi incassi, se li hai fatti tutti, hanno coperto l'annata 2018”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News