Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Ottobre - ore 19.48

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Via Francigena e vallate, Santo Stefano tesse la tela

Assegnato un doppio incarico per studiare le potenzialità del comprensorio e per creare una rete istituzionale che sappia intercettare finanziamenti.

Distretti turistici
Via Francigena e vallate, Santo Stefano tesse la tela

Sarzana - Val di Magra - Un'attività di ricerca e studio finalizzata all'analisi e alle potenzialità di sviluppo della Via Francigena, del Distretto turistico Val di Magra e Unione dei Comuni di Val di Vara, del Distretto turistico delle Valli di Apua, e alla creazione di una rete stabile e trasversale tra enti istituzionali in grado di predisporre progetti capaci di intercettare finanziamenti. Queste le finalità dell'incarico che l'amministrazione comunale di Santo Stefano ha deciso di affidare, a titolo gratuito – con durata fino al 30 giugno 2021 -, al dottor Fabio Boccardi e all'architetto Stefano Milano, sulla scorta della loro prolungata esperienza nello studio della valorizzazione turistica e culturale del territorio. “I Distretti – questo il pensiero dell'amministrazione comunale santostefanese, guidata dal sindaco Paola Sisti - rappresentano un importante strumento di crescita e valorizzazione dei territori, con concrete opportunità di agevolazioni per gli operatori economici e di intercettare finanziamenti su progetti mirati. Alcuni Comuni della zona, sia ligure che toscana, sono attraversati dalla Via Francigena, aderiscono alla Via Francigena e da tempo sono impegnati in attività ed iniziative tese a valorizzare questo percorso. In particolare è stato approvato il Protocollo di Intesa per la promozione di un progetto per la valorizzazione dei territori lungo la via Francigena dalla Pianura Padana a Luni”.

In diverse riunioni è emersa la necessità di consolidare una rete tra territori omogenei, creando anche una governance e una rete strutturata finalizzata a valorizzare castelli, fortezze, borghi murati, siti archeologici, strutture religiose ed inoltre realizzare strutture di supporto all'ospitalità. “Queste realtà, per esprimere a pieno le loro molteplici potenzialità turistiche, culturali, sociali ed economiche – continuano da Santo Stefano -, necessitano anche di una sinergia di azione e soprattutto di una ricerca per approfondire tutte le iniziative che possono essere intraprese nella gestione delle rispettive attività - anche basandosi su una ricerca normativa, storica, di esperienze simili - e proponendo soluzioni con linee di indirizzo e di organizzazione ed ipotesi progettuali”. Le possibilità di finanziamento per attività e aree vaste passano sempre più spesso attraverso progetti regionali, statali ed europei, con la relativa individuazione di fonti di finanziamento. Di qui la volontà di costituire una rete stabile di area vasta tra gli Enti, un sistema di collaborazione trasversale che comprenda personale interno e/o esterno qualificato, in grado di supportare gli enti in questa ricerca e collaborare a predisporre linee progettuali mirate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News