Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Settembre - ore 08.06

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia
56,13%
38,90%
2,42%
0,89%
0,52%
0,46%
0,24%
0,18%
0,17%
0,08%
Ultimo aggiornamento: 22/09/2020 10:02:52 Sezioni 1795 di 1795

Venerdì a Sarzana la presentazione del libro sul convento di Monterosso

Venerdì a Sarzana la presentazione del libro sul convento di Monterosso

Sarzana - Val di Magra - Venerdì 18 settembre 2020 ore 18.00 alla Cattedrale di Santa Maria Assunta di Sarzana alla presenza di S.E. Rev.ma Mons. Luigi Ernesto Palletti, Vescovo di La Spezia-Sarzana-Brugnato
e di fra Francesco Rossi Ministro Provinciale dei Frati Cappuccini liguri si terrà la presentazione del volume 'Il Convento dei Cappuccini di Monterosso al Mare. Quattro secoli di devozione, comunità e cultura nelle Cinque Terre (1618-2018)' a cura di Alberto Cipelli e Andrea Lercari, Genova, Sagep Editori, 2019.

Intervengono
Franco Bonatti, storico (Deputazione di Storia Patria delle Province Parmensi),
Luisa Cascarini, archeologo, studiosa della Lunigiana storica e responsabile scientifico del Museo Diocesano di Brugnato
Valentina Borniotto, storico dell’Arte (Università degli Studi di Genova-DIRAAS)

Apre i lavori Mons. Paolo Cabano, Canonico della Basilica Cattedrale,
conclude fra Mauro Jöhri già Ministro Generale Ordine Frati Minori Cappuccini
coordina Carlo Raggi vice presidente della Società Dante Alighieri - La Spezia.

Ingresso libero

L’iniziativa è promossa da:
Provincia dei Frati Minori Cappuccini di Genova
Convento dei Cappuccini di Monterosso
Diocesi di La Spezia Sarzana Brugnato
Capitolo della Basilica Cattedrale di Luni Sarzana
Centro di Formazione e Cultura “Niccolò V” di Sarzana

con il patrocinio di:
Comune di Sarzana
FAI - Delegazione della Spezia


Il 20 febbraio 1618 sulla collina di San Cristoforo che sovrasta il borgo medievale di Monterosso, i Frati cappuccini issarono la croce quale segno di possesso del suolo su cui edificare il proprio convento. La prima pietra dell’edificio fu posta l’8 ottobre dell’anno successivo mentre la Comunità monterossina auspicava già da anni l’insediamento dei Cappuccini nel proprio territorio, identificando in loro i portatori di pace e di spiritualità che potessero porre fine alle faide che dividevano gli abitanti del posto. La realizzazione di questo desiderio poté trovare realizzazione non solo per la disponibilità dell’Ordine, ma anche con il favore dell’allora vescovo di Luni Sarzana, Giovanni Battista Salvago, e con il sostegno economico di una famiglia del grande patriziato genovese, gli Squarciafico, un membro della quale aveva preso l’abito cappuccino con il nome di Padre Francesco Maria da Genova e viene indicato comunemente come il fondatore del convento. La nascita di questo insediamento religioso, luogo di fede e di umiltà, si lega così alla storia della Repubblica di Genova e alle fortune delle sue famiglie principali in Spagna, nel periodo chiamato appunto “El Siglo de Los Genoveses”.
L’Ordine dei Cappuccini ha quindi voluto fortemente che le celebrazioni del quarto centenario della fondazione del convento di Monterosso fossero coronati dalla pubblicazione di un volume che ne raccogliesse la storia e perpetuasse la memoria del plurisecolare legame con la popolazione e il territorio. È stato così realizzato il volume in due tomi per complessive 784 pagine, e non si limita a illustrare la storia dei Padri Cappuccini e dell’edificio che li ospitò e li ospita a Monterosso, ma del territorio e della Comunità di cui il convento è stato e continua ad essere il fulcro.
Un lavoro che ha potuto prendere forma grazie ai molteplici apporti interdisciplinari di archeologi, archivisti, bibliotecari, architetti e storici dell’Arte, della Chiesa, dell’Economia della Letteratura e delle Istituzioni provenienti dall’Università e dalle Soprintendenze, e di studiosi locali conoscitori delle Cinque Terre e delle loro tradizioni e alla collaborazione con Archivio di Stato di Genova, Biblioteca Civica Berio di Genova, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio della Liguria e Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Liguria e Archivio Storico dei Cappuccini di Genova.
Gli autori dei saggi contenuti nel volume sono: Franco Bonatti, Valentina Borniotto, Padre Renato Brenz Verca, Mons. Paolo Cabano, Paolo Calcagno, Padre Enzo Canozzi, Padre Costanzo Cargnoni, Luisa Cascarini, Alberto Cipelli, Angelo D’Ambrosio, Anne Delvingt, Padre Dino Dozzi, Francesca Ferrando, Valentina Fiore, Don Nilo Gando, Mariano Lallai, Andra Lercari, Emanuela Mancino, Paola Martini, Francesco Miroglio, Francesca Nepori, Giorgio Rossini, Sara Rulli, Daniele Sanguineti, Laura Stagno, Giovanni Battista Varnier, Angela Ida Villa, Aldo Viviani, Andrea Zanini, Roberto Italo Zanini, Andrea Zappia, Valeria Zattera.
A dimostrare l’affetto e la considerazione di cui oggi gode il convento aprono il volume, oltre alle introduzioni istituzionali dei rappresentanti degli enti culturali, una serie di testi introduttivi di alcuni intellettuali di fama internazionale legati al Convento e al territorio monterossino: Federico Rampini, Franco Cardini, Michelangelo Pistoletto, Marco Martella, Marco Magnifico, Giuliano Volpe, Folco Terzani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News