Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Giugno - ore 21.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Torna "Open Opera" e porta tremila studenti agli Impavidi

A Sarzana nuovo appuntamento con il progetto che avvicina i ragazzi alla cultura.

da mercoledì a venerdì
Torna "Open Opera" e porta tremila studenti agli Impavidi

Sarzana - Val di Magra - Un laboratorio per far scoprire ed educare alla musica classica i giovanissimi: dal 20 al 22 marzo il Teatro degli Impavidi spalanca le porte agli studenti di elementari e medie della Val di Magra e della vicina Toscana con Open Opera.
Il progetto patrocinato dal Comune di Sarzana vede capofila l'istituto comprensivo di Sarzana ISA13 e l'istituto comprensivo Don Milani di Massa, con il coordinamento del direttore d’orchestra Giacomo Loprieno-Ad Astra e dell'associazione Musica Art Mind di Sarzana.
Sul palco degli Impavidi andrà in scena “Elisir d'Amore” di Giacomo Donizetti. Ideato alcuni anni fa e modulato al Teatro Regio di Parma per promuovere e far conoscere le opere verdiane al pubblico studentesco, Open Opera si è poi sviluppato in Toscana e ora anche a Sarzana, che diventa capitale studentesca dell’opera nel territorio.

Sono infatti ben diciotto gli istituti coinvolti per un totale di quasi tremila ragazzi, che per tre giorni frequenteranno il nostro teatro e la nostra città. “Sono particolarmente felice e orgogliosa di questa iniziativa. L’arte non ha età e respirare cultura fin da giovanissimi in tutte le sue sfumature, anche attraverso una delle sue espressioni più alte come l'opera lirica, significa contribuire alla crescita formativa delle giovani generazioni - dichiara il sindaco nonché assessore alla scuola e alla cultura Cristina Ponzanelli. – Il nostro splendido teatro sta dimostrando in questi mesi di rinascita di saper creare innovazione e di sapersi proporre come centro e motore propulsivo della vita culturale e sociale della città e di tutto il suo territorio: dalla prosa alla musica, dalla divulgazione all’offerta rivolta ai bambini e ai ragazzi durante tutto l’arco della giornata. In questo percorso manifestazioni come Open Opera, capaci di offrire uno spettacolo di qualità musicale e di elevato livello educativo anche al mattino, ricoprono un ruolo di formazione e di radicamento culturale di notevole importanza”.

“La valenza dell’offerta formativa di Open Opera – conferma Giacomo Loprieno – si sviluppa attraverso la realizzazione in teatro ricca di tutti gli elementi di una rappresentazione di un’opera: cantanti lirici e comparse, scenografie, costumi, un’orchestra di 40 elementi e due direttori d’orchestra. Una vera e propria rappresentazione operistica, coadiuvata da 15 tecnici. Il nostro intento è quello di avvicinare i giovani al repertorio operistico, favorendo la formazione delle nuove generazioni fin dalla scuola primaria, per proseguire nella secondaria. Questa idea era partita inizialmente a Parma ormai anni fa e ogni volta partivamo con diciassette pullman per seguire gli spettacoli, poi abbiamo scelto di tenerli qui sul nostro territorio grazie all'interessamento del Comune di Sarzana”. “Questo è un progetto unico in Europa – conclude l'insegnante Marta Monti – ed è sempre bello vedere i ragazzi che arrivano, entrano, partecipano e ripartono. C'è sempre una grande interazione fra narratore e studenti in sala”.

Per aiutare i giovanissimi spettatori in scena ci sarà un narratore: l’attore Bruno Stori che, alleggerendo la struttura del racconto, accompagnerà gli uditori attraverso intrecci e trame, introducendo il pubblico a un ascolto guidato attento e divertito delle principali arie e duetti. Il materiale didattico offre spunti per la rielaborazione, lo studio, l’approfondimento, la ripresa o la scoperta di tematiche utili anche nella programmazione curricolare. Il calendario prevede due spettacoli al giorno della durata di un'ora ciascuno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News