Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Agosto - ore 11.57

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Scocca il 1494 tra assalto alle mura e collaborazione con l'Einaudi Chiodo

L'ultimo fine settimana di luglio Santo Stefano torna indietro di oltre cinque secoli. Sedicesima edizione della rievocazione. Il sindaco Paola Sisti: "Qualità al primo posto, così la manifestazione non è mai diventata un carnevale".

VIA FRANCIGENA
Scocca il 1494 tra assalto alle mura e collaborazione con l'Einaudi Chiodo

Sarzana - Val di Magra - Torna a Santo Stefano di Magra la 'Rievocazione di un antico mercato sulla Via Francigena', che nel fine settimana 27, 28 e 29 luglio traguarderà la 16ma edizione. La manifestazione, organizzata da Comune e associazione Casa Torre con il sostegno degli sponsor Conad e Banca di credito cooperativo Lunigiana, Versilia e Garfagnana, come di consueto porterà il paese al 1494 per rivivere la consegna delle chiavi di Sarzana da parte di Piero De' Medici all'invasore Carlo VIII, re di Francia. Il costo complessivo dell'evento è di circa 70mila euro.

Per tre sere, a partire dalle 19.00, il borgo di Santo Stefano sarà animato da uomini d'arme, giullari, giocolieri, lanciatori di coltelli, arcieri, canti, danze, duelli, combattimenti, gogne itineranti, senza dimenticare il mercato artigianale, il tutto rigorosamente in stile medievale. E medievali saranno anche i menù proposti dalle sette locande allestite nel borgo da rioni e associazioni: zuppe, scherpada, minestrone nella pagnotta, dolci e tanto altro, tutto preparato facendo ben attenzione a non utilizzare quegli ingredienti che sarebbero arrivati dalle Americhe soltanto nei decenni a venire. Sarà inoltre possibile gustare, dopo l'esordio dello scorso anno, la 'Delizia del pellegrino', il biscotto medievale ripieno inventato e sfornato da Valerio's Bakery. E nella tre giorni della rievocazione Santo Stefano batterà moneta: niente euro nel 1494, ma testoni (2 euro) e testini (1 euro), ritirabili ai punti di cambio moneta. Forgiati per l'occasione 7mila testoni e 3mila testini, che saranno trasportati con pratiche borse realizzate per l'occasione dai detenuti di Villa Andreini.

Da non perdere naturalmente la ricostruzione del corteo storico e della consegna delle chiavi, in programma alle 21.15 di sabato e domenica. Tra le novità dell'edizione 2018 della 'Rievocazione', l'assalto alle mura (ogni sera, in Via Roma), la presenza di asinelli assieme ai confermatissimi falchi e il raddoppio degli accampamenti, visto che, oltre al tradizionale presidio di Piazza XXV aprile, ce ne sarà uno anche in Piazza Garibaldi. Tra cortei, mercato e accampamenti, il paese sarà popolato da oltre trecento tra uomini e donne in costume medievale.

Le associazioni coinvolte: La Cusina d'Sa'Steu, Nuove direzioni, Combriccola del Chiodo, Associazione Nova, Comitato cittadinanza e idee, Comitato folkloristico Ponzano superiore, Da Porta Nord alla Brina, Il Goto. I rioni: Arbatella, Belaso, Centro storico, Fuori le mura, La Macchia, Madonnetta.

Il paese potrà essere comodamente raggiunto con un navette gratuite in partenza da La Fabbrica. La Polizia municipale lavorerà come sempre per garantire il corretto svolgimento della manifestazione. Presente anche una decina di operatori della vigilanza privata.

“Questa manifestazione ci riempie d'orgoglio e aiuta a riscoprire e rafforzare il senso di comunità – ha dichiarato stamani in conferenza stampa il sindaco Paola Sisti -. La rievocazione mette Santo Stefano al centro della provincia e ogni anno attrae sempre più persone. Un ringraziamento doveroso a Casa Torre, agli sponsor e ai dipendenti comunali, che mettono grande passione nell'organizzazione dell'evento. E se siamo arrivati alla sedicesima edizione è perché abbiamo sempre cercato la qualità, evitando che la manifestazione diventasse un carnevale”.

“Abbiamo cominciato quasi per gioco nel 2003, grazie a un'intuizione dell'allora assessore Paola Sisti e di Achille Camaiora – ha detto Carla Bertoldi, presidente dell'associazione Casa Torre -. Una bellissima esperienza collettiva che è cresciuta sempre più e che abbiamo accompagnato con un serio lavoro di ricerca storica, culminata due anni fa, grazie all'intenso lavoro della storica Laura Lotti, in una bellissima pubblicazione dedicata alla consegna delle chiavi delle fortezze di Pietrasanta e Sarzana a Carlo VIII, per salvarle dal saccheggio".

E la rievocazione guarda già all'edizione 2019, con una bella novità, illustrata dal sindaco: “Abbiamo deciso di intraprendere una collaborazione con l'Istituto Einaudi Chiodo della Spezia. Dall'inizio del prossimo anno scolastico, 2018/19, i ragazzi della sezione 'Produzioni industriali artigianali tessili sartoriali' si cimenteranno nello studio, nella progettazione e nella realizzazione degli abiti della rievocazione”. Gli studenti saranno seguiti sia dagli insegnanti di materie tecniche, sia da quelli di materie umanistiche, in modo da approfondire il contesto storico e culturale della fine del Quattrocento. “L'edizione 2019 della rievocazione – ha continuato il primo cittadino - vedrà quindi la presenza di abiti preparati dall'Einaudi Chiodo. Una bella idea – è importante fare rete -, accolta con entusiasmo dall'istituto e dal dirigente scolastico Generoso Cardinale, che ringraziamo. La collaborazione sarà seguita dalla professoressa Sara Paci, docente universitaria di storia del costume e di tecniche di sartoria antica, esperta in materia di rilievo internazionale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Paola Sisti e Carla Bertoldi Archivio CdS


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News