Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Gennaio - ore 18.04

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Sarzana tra papa e imperatore, Loggiato Gemmi tutto esaurito

Pubblico delle grandi occasioni per l'incontro organizzato dalla sezione lunense dell'Istituto internazionale di studi liguri e dal Museo diocesano locale.

Sarzana tra papa e imperatore, Loggiato Gemmi tutto esaurito

Sarzana - Val di Magra - Circa centocinquanta persone attente - molte delle quali pazientemente in piedi nei corridoi e nelle salette accessorie - hanno affollato questo pomeriggio il Loggiato di Gemmi a Sarzana per assistere all'incontro dal tema "Sarzana, il Papato, l'Impero" organizzato dalla Sezione Lunense dell'Istituto Internazionale di Studi Liguri e dal Museo Diocesano di Sarzana per celebrare degnamente il 550mo anniversario dell'attribuzione imperiale a Sarzana del titolo di Città (con il diploma del 4 gennaio 1469 ad opera di Federico III d'Asburgo).
Ha introdotto Egidio Banti (al centro della foto), Presidente del Centro Studi Niccolò V, che - dopo avere brevemente ricordato due figure di spicco della cultura e della politica cittadina, Vinicio Serri e Renzo Bellettato, recentemente scomparsi - ha sottolineato l'importanza di Sarzana nelle vicende incrociate nei secoli di Papato ed Impero, fin dal decimo secolo, crocevia non solo dei traffici commerciali ma anche dei destini politici dell'Italia divisa fra il decimo e il sedicesimo secolo.
È stato dapprima compito della storica Eliana Vecchi, dell'Istituto Int.le di Studi Liguri, di riferire all'uditorio dapprima sul ruolo nevralgico - anche sociale e politico - del Capitolo sarzanese ai tempi di Niccolò V e della grande influenza esercitata nelle vicende ecclesiastiche e politiche del tempo dal suo fratellastro, il Cardinale Calandrini, per poi soffermarsi approfonditamente sull'esame del diploma imperiale, sul suo articolato contenuto precettivo e sui suoi tratti stilistici e calligrafici.
È stata poi la volta di un altro storico, Franco Bonatti, dell'Accademia Cappellini, che ha inquadrato i fatti oggetto della commemorazione nel contesto storico del tempo, nella tumultuosa alternanza nella signoria su Sarzana dei genovesi Campifregoso e della Firenze dei Medici, menzionando gli illustri sarzanesi - formatisi nel cenacolo colto della città del tempo - che hanno rivestito incarichi ecclesiastici e civili di prestigio in tutta la Signoria, primo fra tutti Antonio Ivani.
Infine la storica dell'arte Barbara Sisti ha illustrato criticamente, con il supporto di immagini, il grande dipinto ottocentesco del sarzanese Luigi Belletti situato alla sinistra dell'altare maggiore della Cattedrale di Sarzana e che raffigura proprio l'incoronazione dell'Imperatore Federico III da parte del Papa sarzanese Niccolò V.
Era presente ed ha portato il suo saluto il Sindaco Cristina Ponzanelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News