Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Marzo - ore 20.37

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Salvatore Marchese presenta "Acciuga regina" a Castelnuovo Magra

Con lui anche Daniela Vettori, Livio Bernardini ed Egildo Simeone.

Salvatore Marchese presenta "Acciuga regina" a Castelnuovo Magra

Sarzana - Val di Magra - Venerdì 22 febbraio alle ore 17.30 nell'ex Sala consiliare Piazza Querciola, nel centro storico di Castelnuovo Magra, incontro con Salvatore Marchese, castelnovese, giornalista e noto enogastronomo. Partendo da un suo famoso libro, "Acciuga regina” (Tarka edizioni), si parlerà di cucina e tradizioni locali.

Ai saluti del sindaco, Daniele Montebello, e dell’assessore alla cultura Katia Cecchinelli, seguirà l’introduzione di Daniela Vettori, food blogger appassionata di ricette e storia della cucina, della Liguria e della Lunigiana, responsabile Comunicazione della Condotta Slow Food/ Golfo dei Poeti/Cinque Terre /Val di Vara/Riviera Spezzina, con intermezzi musicali di Livio Bernardini ed Egildo Simeone.

Il Libro
Salvatore Marchese racconta le storie che hanno per protagonista la regina del pesce azzurro, le virtù della quale sono sempre state tenute in alta considerazione nel corso dei secoli. Così, si va dall’importanza del garum nella cucina dell’antica Roma al pronunciato sapore della colatura di alici di Cetara, in provincia di Salerno; dall’allegra convivialità del rito della bagna cauda, tutt’ora presente nelle Langhe e nel Monferrato, ai faticosi viaggi degli acciugai della Val Maira; dalle vicende dei Malavoglia, la famiglia dei pescatori di Aci Trezza resa famosa da Giovanni Verga, al cappon magro, la monumentale insalata genovese. Ancora: nel 1932 fu pubblicato ad opera di F. T. Marinetti e Fillia il libro La cucina futurista che, tra l’altro, conteneva un prezioso suggerimento: “Per ascoltare meglio la Nona Sinfonia di Beethoven è preferibile mangiare datteri ripieni di acciughe”.

Grazie al sostanzioso intreccio dei ricordi personali, delle memorie gustative e della curiosità propria del giornalista, Salvatore Marchese ha saputo dedicare un evidente e saporito omaggio all’acciuga, la regina del pesce azzurro. Lo ha fatto seguendo quel composito filo conduttore che gli permette di scrivere libri di cucina con una particolare impronta culturale.

Le ricette seguono l’ufficialità delle ricerche storiche, sempre eseguite con puntuali riferimenti bibliografici. E non da meno risulta l’interesse per le piccole vicende e gli aneddoti che appartengono all’immenso patrimonio del nostro folclore.

Le stesse ricette, per altro, confermano quanto l’autore abbia nel cuore e nella mente il complesso universo gastronomico, senza distinzione di tempo e di tecnica o di pregiudizi o preferenze nei riguardi dei diversi territori o della disponibilità dei prodotti.

Questo singolare libro di cucina, con la fiaba della principessa Dolim, è pure, di conseguenza, una sorta di diario documentale dei frequenti viaggi di lavoro nelle diverse regioni italiane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News