Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Giugno - ore 16.19

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Riparte "Nin", dieci anni di amore, passione e teatro

Al via giovedì la rassegna ideata e diretta da Giovanni Berretta che si terrà fra Impavidi e Teatro Ocra: "E' un incontro sincero, una promessa che si rinnova".

Riparte "Nin", dieci anni di amore, passione e teatro

Sarzana - Val di Magra - Si aprirà giovedì sera agli Impavidi di Sarzana 'Nin – nuove interpretazioni', decima edizione della rassegna di teatro contemporaneo ideata e diretta da Giovanni Berretta, diventata ormai non solo un immancabile appuntamento culturale ma anche un punto di riferimento per l'aggregazione sociale visto che attorno alla compagnia Ordinesparso gravitano circa cento ragazzi. Una stagione che ieri ha avuto un prologo significativo, prima presso la sede di Teatroocra in piazza Terzi dove il gruppo “Sakura” ha mostrato un primo estratto della performance di giovedì, e poi in piazza Matteotti, fra le vie della città e in piazza Calandrini, dove Beretta e i suoi allievi hanno messo in scena “Vengo io da te” in collaborazione con Liceo Parentucelli e Accademia Bianchi.

“Se ripenso a come tutto è iniziato posso solo che sorridere e lasciarmi riempire dall’orgoglio - spiega Giovanni Berretta - ogni cosa che ho fatto in tutti questi anni per il Teatro l’ho fatta per portare avanti un pensiero e un lavoro che mi sono stati tramandati ed insegnati dal mio Maestro. Lui mi ha insegnato che per condividere il Teatro c’è bisogno di una Compagnia, una Scuola e una Rassegna. Più di dieci anni fa Ordinesparso, la mia Compagnia, esisteva già e insieme a lei esistevano numerosi laboratori, l’unica cosa che mancava era una rassegna ed in quel momento è nata NIN”.

“Non si tratta di una rassegna nata con strategie precise - puntualizza - con sponsor, o ambizioni, ma di una rassegna nata una sera qualunque, da persone qualunque. Io, insieme a Davide Notarantonio e Damiano Lorenzini abbiamo pensato a NIN come ad un posto in cui poter fare incontrare la nostra arte e la nostra creatività con altre persone e da quel giorno quello è sempre stato l’unico scopo di questa rassegna: l’incontro. Fin dal primo giorno io ho sempre diretto la parte artistica e in seguito anche quella organizzativa, in dieci edizioni abbiamo avuto qualsiasi tipo di artista: dal premio Ubu al tizio che nessuno conosceva ma il quale aveva qualcosa da dire, anche se non sapeva come. Ci siamo gemellati con festival come Itineraria Festival, siamo stati la casa di TILT (Teatri liguri indipendenti), abbiamo sperimentato ed abbiamo riscoperto tradizioni, ci siamo incontrati ed abbiamo fatto in modo che il pubblico e tutta la città di Sarzana incontrasse creativi meravigliosi. In dieci edizioni abbiamo ospitato più di 200 spettacoli, abbiamo creato la rassegna musicale NIN note, abbiamo portato più di trenta spettacoli fatti da ragazzi del Liceo e siamo entrati nel progetto UNICEF teatro e nello stabile di Grosseto. Sarzana è sempre stata la nostra casa, NIN è stato ospitato dal Teatro Impavidi, dalla Cittadella e per tre anni siamo stati anche ospiti del Liceo Parentucelli. Certo per il Liceo forse sarebbe bene conservare un capitolo a parte perché i suoi ragazzi ormai a tutti effetti sono NIN”.

“Senza il Liceo - spiega Berretta - la rassegna non sarebbe nulla, la preside Vilma Petricone ci ha donato quella fiducia che noi abbiamo donato ai ragazzi e grazie alla quale ora NIN non è più soltanto il mio sogno, ma è anche il sogno di centinaia di studenti. Non è facile riassumere tante edizioni in qualche frase, ma quando si arriva ad un punto così importante di un percorso, è doveroso farlo. Per tutta la Compagnia e per la rassegna stessa è stato un anno pieno di difficoltà, ma noi amiamo le difficoltà ed ancor di più amiamo superarle, perché sappiamo bene che è dalla difficoltà che nasce l’Arte.  Per la prima volta non saremo in Cittadella questa estate, sarà strano non essere tra le mura che ci hanno fatto da casa per tanto tempo, ma lo come ho già detto, NIN non è un luogo ma è l'incontro di persone.
Quest’anno la nostra casa sarà sia Teatrocra e che gli Impavidi, e siamo pronti a stupirvi con un programma ricco di appuntamenti e di ospiti incredibili. Le giornate di NIN saranno, come l’anno scorso, anche un modo per i ragazzi del Liceo Parentucelli di immergersi in maniera profonda nel mondo del teatro; grazie ad un’alternanza scuola lavoro che li vedrà impegnati in laboratori, attività creative ed organizzative durante tutta la settimana della rassegna. Il lavoro con le scuole è da sempre il vero valore aggiunto di NIN e di tutta Ordinesparso e l’alternanza è un modo grazie al quale i membri della Compagnia interagiscono e guidano i ragazzi in uno scambio che arricchisce entrambi le parti. I gruppi delle alternanze saranno seguiti da Alessandro Beghini, Andrea Pugnana, Margherita Matellini, Lisa Milan, Silvia Girotti e Margherita Fantini ed hanno lo scopo di realizzare una performance, da mostrare alla chiusura di NIN, in una sola settimana.
Abbiamo sognato la decima edizione di NIN per tutto l’anno, ora vogliamo viverla con tutta la forza e l’energia che abbiamo in corpo.
Come sempre voglio ringraziare la fondazione CariSpezia senza la quale sarebbe impossibile portare a compimento tutto questo, ringraziare tutte le persone che ci hanno sostenuto e che si sono messe in gioco al nostro fianco. NIN è un sogno - conclude - un appuntamento che tutti gli anni cade puntuale, ma al quale non siamo mai veramente pronti fino in fondo.
NIN è un incontro sincero, una promessa che si rinnova”.

IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA RASSEGNA "amuri"

Giovedì 30 maggio – Teatro Impavidi – 21.15 – ingresso 10€

Infine i giorni
a cura di Gruppo Sakura
regia Giovanni Berretta, con Alice Sanguinetti
Antonia Tautut, Lucia Giromella, Camilla Palmieri, Riccardo Muzio, Pietro Bernardini, Marianna Pelli,
Davide Ratti, Emmanuele Casula, Ludovica Vatteroni,
Melissa Seremedi, Valentina Bertoni

Non ti voltare
a cura di Compagnia Ordinesparso
scritto diretto e interpretato da Giovanni Berretta

Venerdì 31 maggio – Teatro Impavidi – 21.15 – ingresso 10€

Il viaggio
atto performativo in improvvisazione
regia Giovanni Berretta, con Simone Durante, Paola Sofia Tortolero, Eleonora Cupini, Francesco Bargi, Alessandra Ricci, Chiara Torri, Thomas Angeli, Monica Chiaradia, Margherita Matellini

Il suo nome
liberamente tratto dalla ribellione di un artista, dal Marat|De Sade, dal nostro cuore
regia Giovanni Berretta, con Laura Cinelli, Andrea Pugnana, Ana Popovic Scopsi, Christian Zinfolino, Beatrice Mencarini, Alessandro Beghini, Nicola Albertarelli, Elena Lenzini, Greta Sabbatini
saggi di fine anno del laboratorio permanente Ordinesparso

Sabato 1 giugno – Teatro Impavidi – 21.15 – ingresso libero

MIRABLE
saggio di fine anno Istituto Parentucelli /Arzelà classi I, III sez B, Classico curvatura teatrale – saggio finale gruppo pomeridiano
Progetto selezionato per il bando della Fondazione Carispezia “Teatro-on progetti di formazione teatrale nelle scuole” 

Domenica 2 giugno – Sala Ocra – 21.15 – ingresso 12€ intero, 9€ ridotto

Senza Hitler
di Edoardo Erba
una produzione Compagnia degli Evasi
regia Alessandro Vanello, con Andrea Carli, Lucia Carrieri, Nicoletta Croxatto, Riccardo Avanzini

Mecoledì5 giugno – Sala Ocra

18.30 – ingresso libero
Perfomace di acrobatica aerea
a cura di Circo Galleggiante

21.15 – ingresso 10€
Protocollo 783-reloaded
a cura di Unicum teatro
con Christian Zinfolino, Simome Durante,
Stefano Giuntini


Giovedì 6 giugno – Teatro Impavidi – 21.15 – ingresso libero

MIRABLE
saggio di fine anno Istituto Parentucelli /Arzelà classi II, IV sez B, Classico curvatura teatrale
Perfomance di A.S.D. Dance Art Studio
Progetto selezionato per il bando della Fondazione Carispezia “Teatro-on progetti di formazione teatrale nelle scuole” 

Venerdì 7 Giugno – Sala Ocra – ingresso 10€

21.15
Tutta la verità sulla morte di Victor Franz
a cura di Alessandro Beghini
con Alessandro Beghini, Andrea Pugnana, Ana Popovic Scopsi, Elena Lenzini

22.00
Chelsea Hotel
a cura di Collettivo momento
con Nicola Pinelli, Eleonora Cupini, Francesco Bargi, Paola Sofia Tortolero, Nicola Albertarelli

Sabato 8 Giugno – Sala Ocra – ingresso 10€

21.15
Petrushka e i suoi colori
a cura di scuola di danza Dansavie
sognato e diretto da Greta Sabatini

22.00
Le nuvole, ovvero quello che resta del padre
a cura di Boofe Koor teatro
regia Matteo Ciuccci, con Matteo Ciucci, Emanuele Cucurnia, Sara D’Aleo, Alessandra Roselli, Gianni Andrea Vinchesi

Domenica 9 giugno – Sala Ocra – dalle 20 – ingresso 5€

Guardami, sto sognando
Saggio finale laboratorio di alternanza scuola lavoro – 1 ingresso ogni ora
a cura di Ordinesparso

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News