Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 15 Ottobre - ore 10.05

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il sarzanese Arfanotti campione del mondo di body painting

In Austria grande soddisfazione per l'artista che ha vinto in coppia con Nick Wolfe con un lavoro ispirato al "fascino del passato".

Il sarzanese Arfanotti campione del mondo di body painting

Sarzana - Val di Magra - Ennesimo riconoscimento internazionale per l'artista sarzanese Matteo Arfanotti, che nei giorni scorsi a Klagenfurt si è laureato campione del mondo in coppia con lo statunitense Nick Wolfe nella ventunesima edizione del “World Bodypainting Festival”. Cresciuto artisticamente anche grazie alla Calandriniana e alle mostre presso l'antico lavatoio di via Mascardi, ha così bissato il successo del 2013 quando era salito sul primo gradino del podio mondiale sia nella categoria body painting che in quella face painting.

“E' stata una grandissima soddisfazione – commenta a CdS – resa ancora più bella dai sette premi ricevuti dagli altri artisti italiani presenti nelle diverse categorie della manifestazione austriaca”.
Arfanotti e il collega Wolfe hanno sbaragliato la concorrenza con l'opera “Princess Kundalini” realizzata sul corpo della modella Beatrice Marelli (a sua volta premiata due anni fa) e ispirata al tema “Il fascino del passato”. “Attraverso il concetto di fascinazione – spiega Francesca Calamita, compagna di Arfanotti e parte integrante del team vincente – abbiamo voluto rappresentare l'incantesimo di una creatura dei tempi antichi, popolati di fate, trolls e folletti, dispensatrice di conoscenza e magia curativa, legata indissolubilmente e fusa con la Natura. E l’ispirazione è derivata dal mondo dei funghi, proprio per la bellezza di alcuni di essi ma soprattutto per il potere allucinogeno e curativo che alcuni hanno e che secondo alcune popolazioni antiche aiutava ad aprire la mente e ad avvicinarsi alla divinità, alla conoscenza suprema”.

Suggestioni rappresentate alla perfezione da un'artista eclettico e da sempre affascinato dalla sperimentazione e dalle nuove forme espressive, capace di unire in un percorso del tutto personale, l'estro dell'amore per la pittura e il rigore degli studi di architettura. “Dopo circa un ventennio dedicato al disegno, ai dipinti e all'installazione – ricorda – nel 2010 mi sono avvicinato a questo mondo rimanendo ammaliato dalla sua straordinaria capacità di dare vita a opere e creature dalla durata effimera di poche ore”. Una passione che in pochi anni ha portato Arfanotti ad aggiudicarsi il titolo italiano e i già citati mondiali, attestandosi come uno dei bodypainter più apprezzati e richiesti a livello internazionale in particolare per l'espressività dei suoi visi “mostruosi” e tridimensionali.

“Questa settimana sarò il Olanda per proseguire nella lavorazione del mio libro di tutorial sul face painting - annota - poi sarò nuovamente insieme a Nick al Castle Fest e successivamente tornerò a Seul per una convention. A settembre invece parteciperò come docente alla rassegna "Anche questo è fare cinema" organizzata da Roberto Merlino a Calci (PI) e dedicata a tutto ciò che sta dietro le quinte di un set cinematografico".
Dopo aver tenuto workshop in tutto il Mondo (dalla Corea all'Australia, dalla Costa Rica agli Stati Uniti), lezioni nelle più importanti accademie di trucco e dopo essere stato ospite e giurato in prestigiosi concorsi internazionali ed eventi come Expo2015 o Gran Premio di Formula 1 a Singapore, oggi Arfanotti è anche insegnante richiestissimo.

“E' una cosa che mi gratifica molto – rivela – un conto è saper fare qualcosa, un altro è saper insegnare e trasmettere le tue competenze a chi vuole imparare, anche con dei risultati visto che ci sono persone che hanno iniziato con me stanno facendo molto bene. Sto 'facendo scuola' con la mia arte? Un po' si – conclude – e questo mi fa un grande piacere perché sono il primo a continuare a sperimentare o a dipingere sia sui quadri che sulle borse, per proseguire in un concetto di arte “da passeggio” non solo statica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Dopo la vittoria (foto Francesca Calamita)
Work in progress (foto di Francesca Calamita)
Arfanotti e Wolfe con la loro modella (foto di Francesca Calamita)


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News