Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 17 Novembre - ore 21.13

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Giornata delle Famiglie storiche della Liguria

avete mai visto Villa Pratola?
Giornata delle Famiglie storiche della Liguria

Sarzana - Val di Magra - La giornata del prossimo 10 novembre sarà dedicata alle "Famiglie storiche liguri". Un'iniziativa che come tutti gli anni è curata da ADSI, l'Associazione Dimore Storiche Italiane Sezione Liguria. A Santo Stefano di Magra v'è la splendida Villa Pratola, che fa parte del patrimonio regionale delle dimore storiche e la proprietà, nella persona di Angiola Maria Comini Di Negro, ha organizzato un evento culturale per tale occasione. La manifestazione, che prenderà il via alle 17, è patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dal Comune di Santo Stefano Magra. La villa si trova in Via Cisa Sud, 290 a Santo Stefano Magra. Per informazioni e prenotazioni, tel. 0187 20033– 328 41.36.100 - 010.37.62.275. Email: comini.angiola@libero.it; teresadalbertis@gmail.com.

L’incontro culturale “I Della Torre dalla “Contea” di Lavagna alla Spezia” avverrà nella splendida cornice della villa tardo barocca, edificata nel XVIII secolo dai Marchesi Remedi di Sarzana e ancora di proprietà degli eredi. Sviluppata nelle dimensioni dello spazio, con espedienti prospettici tali da suggerire l’immagine di un corpo scenografico che si dilata e raggiunge illusoriamente una misura più grande di quella reale, Villa Pratola aveva alla sua origine - e mantiene tuttora - l’aspetto tipico di un tempio pagano dedicato alle divinità della Natura - Flora e Bacco - le cui effigi, forse, si può immaginare avessero posto nelle due nicchie vuote tuttora visibili sotto le scalinate. Sede di riunioni dell’Accademia dell’Arcadia (Associazione con sofisticate ambizioni filosofiche e culturali legate alla razionale scienza galileiana così come allo stile poetico petrarchesco, della quale gli antichi proprietari erano esponenti), vi si poteva godere dell’atmosfera di campagna, con la scoperta di un mondo nuovo e sorprendente, fatto del battito d’ali dei fagiani, del salto dei coniglietti e del continuo avvicendarsi del disegno delle nuvole nel cielo.

In questo ambiente agreste, i visitatori potranno scoprire un nuovo aspetto della storia locale per opera di relatori che, ognuno con la propria specializzazione e con il coordinamento di Pia Spagiari (storica e storica dell’arte), ripercorreranno la storia della famiglia Della Torre, Conti di Lavagna, una delle protagoniste della realtà storica non solo locale. Andrea Lercari (archivista) e Barbara Bernabò (storica e archivista) presenteranno la lunga presenza dei membri della famiglia, nei loro ruoli pubblici avuti sul territorio spezzino (Giulio Della Torre fu Sindaco della Spezia dal 1902 al 1904, dando vita a progetti importanti, come la realizzazione della Passeggiata Morin) mentre Roberto Ghelfi (architetto, studioso di storia del territorio spezzino) illustrerà le dimore storiche dei Della Torre, presenti nel territorio spezzino (a Giulio Enrico (1864-1933), la città della Spezia deve la presenza di uno dei più interessanti edifici del suo patrimonio architettonico, firmato dall’architetto Vincenzo Bacigalupi (1871-1952). Fu costruito nel 1906 nell’area di nuova espansione di Viale San Bartolomeo completata poi negli anni successivi).

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News