Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 01 Ottobre - ore 14.11

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Danza, il racconto della prima nazionale di 'Hyenas'

Danza, il racconto della prima nazionale di 'Hyenas'

Sarzana - Val di Magra - Quando mi sono seduta nella platea del Teatro Impavidi a Sarzana per la prima nazionale di 'Hyenas', della compagnia Abbondanza Bertoni, eravamo pochissimi, e come vogliono le regole, distanziati di due posti a destra, a sinistra con una fila vuota davanti e dietro.Saremo stati una settantina in platea, quasi il doppio in tutto il teatro: il pubblico diluito crea un insolito effetto estraniante. Mi sono chiesta se il vuoto delle energie mancanti arrivasse come gelo sulla scena. Alla fine dello spettacolo l’ho domandato a Francesco, un danzatore della Compagnia e mi ha risposto che la loro concentrazione è tale fin dall’inizio nel silenzio totale da non avvertire quella sensazione. Con maschere realistiche ovine e caprine realizzate magistralmente dall’artista bulgara Nadezhda Simeonova residente in Trentino dove ha sede la Compagnia, gli sguardi dei danzatori hanno bucato la quarta parete e ci hanno raggiunto. Il valore supremo dello spettacolo dal vivo è quando chi sta su scena ha la capacità di essere vero nel donarsi, il feeling che ci crea è potente e anche in un teatro semivuoto si possono provare le stesse emozioni, ovviamente amplificato quando lo spazio è esaurito. Grazie alle grandi personalità degli artisti Michele Abbondanza e Antonella Bertoni sensibili interpreti e punta di diamante della danza contemporanea italiana, abbiamo potuto ammirare i loro generosi danzatori in uno spettacolo intenso e particolare che ci parla dell’umana fragilità. Notevole la bravura degli interpreti Marco Bissoli, Sara Cavalieri, Cristian Cocco, Ludovica Messina, Francesco Pacelli che hanno iniziato il lavoro in giugno concretizzatosi in questa nuova produzione con l’organizzazione di Dalia Macii in tempo di Covid 19, catastrofe per il Teatro e in particolare per la Danza. I corpi dei danzatori urlano la necessità di tornare a vivere: “svegliati, svegliati è l’ora di danzare contro la morte”.
Un plauso alla direzione artistica del festival per aver scelto di programmare in prima nazionale questo spettacolo a Teatro, curato tecnicamente e organizzativamente con professionalità dagli Scarti. Un’occasione mancata per chi non era presente al successo della serata con le numerose chiamate del caloroso pubblico. Un’occasione mancata per venire a contatto con una realtà di danza unica, interessante e qualitativamente elevata.

Loredana Rovagna
Direttrice Centro Studi Danza della Spezia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News