Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Giugno - ore 21.21

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Con Portus Lunae riapre anche il museo: "Ci sarà tutta la fortuna di Luni"

Per ora sarà visitabile solo la prima sala nel Casale Gropallo. Traverso: "Criterio espositivo più idoneo e semplificato. Nell'Ottocento i marchesi hanno salvato questo tesoro".

Con Portus Lunae riapre anche il museo: "Ci sarà tutta la fortuna di Luni"

Sarzana - Val di Magra - Il prossimo 18 maggio non sarà solo il giorno dell'inaugurazione della passerella “Portus Lunae” che collegherà l'autostrada A12 con il sito archeologico di Luni, ma segnerà anche la riapertura del museo presso la nuova sistemazione del Casale Gropallo. Si tratterà di un primo ma significativo allestimento parziale al primo piano, in attesa che venga sistemato anche il secondo piano della struttura.

“Stiamo finendo di montare i pannelli – spiega Antonella Traverso, direttore del Museo Archeologico – ma saremo pronti per sabato prossimo. Qui ci sarà tutta la 'fortuna di Luni', sistemata con un criterio espositivo più idoneo e semplificato. Andremo avanti a piccoli passi e ringrazio la dottoressa Mancusi, l'architetto Barbieri e tutte le persone che stanno lavorando a questo progetto. In questa prima sala ci saranno le cose fondamentali mentre il percorso completo arriverà fino al 1204 quando la sede vescovile fu trasferita a Sarzana e con essa anche la reliquia del Preziosissimo Sangue, ponendo così fine alla storia della città”.

“Il Casale Gropallo – sottolinea ancora Traverso – ha avuto un ruolo fondamentale e rappresenta di fatto il motivo per cui a Luni abbiamo ancora questo tesoro. I marchesi infatti nell'Ottocento vedendo affiorare i ruderi dell'anfiteatro fecero in modo che nei terreni circostanti non fossero utilizzati aratri meccanici. Questo ha rappresentato la fortuna del sito perché già a quindici centimetri dall'erba c'erano mosaici, pavimenti e tutti gli altri resti che altrimenti sarebbero andati distrutti”.
Attualmente è in corso anche la realizzazione di un progetto per la creazione di percorsi pedonali di visita al sito, di pannellistica illustrativa e direzionale e di copertura della “Domus degli affreschi” che verrà completato nel mese di settembre e che sarà presentato al pubblico in occasione delle giornate Europee del Patrimonio 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News