Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 26 Settembre - ore 16.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

A Bocca di Magra Ferragosto con "Il corsaro nero" David Riondino

A Bocca di Magra Ferragosto con "Il corsaro nero" David Riondino

Sarzana - Val di Magra - Sarà una festa la chiusura di “Sipario mare. I borghi raccontano” sabato 15 agosto con Il corsaro nero da Emilio Salgari interpretato da David Riondino e musicato dal vivo dal campione mondiale di fisarmonica Gianluca Campi. La rassegna ideata ad Ameglia (La Spezia) da Teatro Pubblico Ligure con la direzione artistica di Sergio Maifredi, a Ferragosto (ore 21,30 – ingresso libero nel rispetto delle norme sanitarie vigenti) si conclude nella Villa Romana di Bocca di Magra e porta lo spettacolo dal vivo in un sito archeologico che fa parte della rete STAR – Sistema Teatri Antichi Romani, ideata da Teatro Pubblico Ligure e nata in accordo con i Poli Museali Italiani, le Regioni ed il Ministero dei Beni Culturali al fine di promuovere il patrimonio archeologico che si affaccia sul Mediterraneo attraverso spettacoli ed eventi. “Sipario mare. I borghi raccontano” è realizzata da Teatro Pubblico Ligure con il sostegno del Comune di Ameglia e della Regione Liguria attraverso Teatro Pubblico Ligure.

Il corsaro nero fa parte del progetto Capitani coraggiosi, dedicato alla grande letteratura di mare. Sarà David Riondino a fare vivere le emozioni e le avventure, rivisitate come una ballata, del romanzo di Emilio Salgari, accompagnato da un musicista d’eccezione, il campione mondiale di fisarmonica Gianluca Campi, musicista e virtuoso conosciuto in tutto il mondo che non ha mai dimenticato le sue radici liguri ed è legato alla cittadina di cui è originario, la vicina Sesta Godano. «Capitani coraggiosi affronta la grande letteratura di mare – spiega Maifredi - in un viaggio a tappe, come scali di una rotta attraverso gli oceani. Marinai, naufraghi, esploratori attratti dal folle volo come acrobati di uno spettacolo che ha come teatro il mare, come chapiteau il firmamento per dare voce ai protagonisti, in un racconto orale di avventure antiche quanto l’uomo».
Il corsaro nero è pallido, sempre vestito di nero, il Cavaliere di Roccabruna, Signore di Ventimiglia, divenuto corsaro per vendicare il fratello ucciso a tradimento dal duca Wan Guld, al soldo degli spagnoli, è uno dei personaggi più celebri del romanzo d’avventura italiano. Abbordaggi, battaglie, duelli, ma anche l’amore che colpisce in modo inaspettato. David Riondino e Sergio Maifredi ce lo restituiscono come una ballata, un racconto da ascoltare a voce alta, una saga fantastica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News