Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Novembre - ore 11.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Dal pennello al Bit", Filippo Pagano espone ad Arcola

"Dal pennello al Bit", Filippo Pagano espone ad Arcola

Sarzana - Val di Magra - Sabato 9 giugno alle ore 11:00, presso la Sala Polivalente di piazza 2 Giugno ad Arcola verrà aperta al pubblico la mostra “Dal Pennello al Bit/ Dipinti e Digital Art” dell’artista lericino Filippo Pagano.
Le opere esposte mostrano il passaggio da una realizzazione artistica tradizionale, in cui il disegno a matita e la ripetizione del segno/gesto sono posti al centro del processo creativo, a una realizzazione tramite il medium moderno del computer, in cui la manipolazione grafica avviene tramite l’utilizzo di mouse e penna digitale.
Le sue elaborazioni creative partono da immagini di consumo, celebri icone della nostra epoca che vengono modificate secondo l’estro dell’artista in quella che è un’elaborazione grafica fuori dagli schemi. Un’arte digitale “Pop” che, unendo sacro e profano, mette in luce gli aspetti controversi della contemporaneità.
La mostra rimarrà aperta dal 9 al 24 giugno con orario: da lunedì a venerdì 9-13/15 – 18:30; sabato e domenica 11-13/17-19.
Per maggiori informazioni: Ufficio Cultura e Biblioteche, tel. 0187 954100.

Il percorso artistico di Filippo Pagano
Filippo Pagano nasce a Lerici il 28/4/1946. Inizia a disegnare nel 1970 utilizzando penne a china per portare su cartoncino le immagini drammatiche di quegli anni difficili. Il bianco e nero risulta subito la bicromia più adatta per rappresentare gli argomenti di denuncia sociale che gli stanno a cuore.

Riprende la sua vecchia passione in modo continuativo solo nel 2015 quando è già in pensione da alcuni anni. Nelle opere, che hanno una natura grafica, utilizza tecniche miste. Nato come ritrattista iperrealista si interessa successivamente alla sperimentazione. Contamina le icone della storia dell'arte con i beni di consumo della società di massa, generando immagini capaci di cambiare il significato dell'opera originale. Elabora le immagini con ingrandimenti e tagli, inoltre manipola i toni cromatici per ottenere un maggior impatto visivo.

Nel 2016 inizia a lavorare in Digital Art utilizzando gli strumenti messi a disposizione dalla tecnologia: la carta lascia il posto al monitor e alla stampa digitale, il pennello cede il ruolo alla pen tablet, i pixel vengono plasmati secondo l'estro dell'artista. La tecnica digitale esalta la sua creatività: la mente, il pensiero e la ricerca creano l'opera mentre gli strumenti digitali aiutano il raggiungimento del risultato desiderato. L'intento è sempre quello: realizzare un'opera che trasmetta un messaggio, un sogno, un'emozione.

Il problema della copia dell'originale non si pone in quanto nel digitale è l'originale che viaggia e si riproduce. Non c'è più una versione ufficiale ed esclusiva dell'opera ma tutte le sue riproduzioni sono originali.

Le sue opere POP (popular) sono alla portata di tutti. La Digital Art gli consente di realizzare questa trasversalità dando al suo lavoro un aspetto democratico e inclusivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News