Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Agosto - ore 22.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Castelnovesi nella Grande Guerra", Marchini racconta le storie dei giovani spazzati via

"Castelnovesi nella Grande Guerra", Marchini racconta le storie dei giovani spazzati via

Sarzana - Val di Magra - E' stato pubblicato da Edizioni Cinque Terre il libro "Castelnovesi nella Grande Guerra" scritto da Giuseppe Pino Marchini (160 pagine, 12 euro).

In questo libro Marchini affronta il tema della partecipazione dei giovani ca­stelnovesi alla Prima Guerra Mondiale, la cosiddetta Grande Guerra. Già il fatto che questo sia l’unico conflitto nel corso di tutta la storia ad essere definito per antonomasia con quell’aggettivo inequivocabile è di per sé molto significativo.

Dire però che in quest’opera Pino racconta la storia - le storie - di giovani, dicia­mo pure ragazzi, perché tali in effetti erano, spazzati via dalla folle tragedia della Prima Guerra Mondiale sarebbe assolutamente inesatto e fortemente riduttivo. Intanto certo l’autore parte da Castelnuovo, da quei ragazzi, ma il panorama si al­larga ben presto per abbracciare la situazione nazionale ed anche internazionale del periodo. Del resto Pino ha compiuto questo stesso percorso anche nei due volumi dedicati alla Seconda Guerra Mondiale, “La guerra nell’inferno bianco” e “Giovani nella bufera”, nei quali ci racconta la storia di giovani castelnovesi deportati in Germania e protagonisti della campagna di Russia, ma inquadrata nella realtà socio – politico – economica del periodo. Sono insomma la Storia con la esse maiuscola, i grandi fatti epocali che hanno cambiato il mondo e che sono oggetto dei manuali scolastici, e la storia con la esse minuscola, i fatti quo­tidiani, diciamo pure banali della gente comune, che si intrecciano, si fondono e si confondono: la Storia, influenza, spesso determina le storie, che, a loro volta, tutte insieme fanno la Storia...

...Nel bel mezzo della tragedia, Pino sa cogliere momenti di inevitabile umori­smo, addirittura di comicità. Del resto la vita è questo: un alternarsi imprevedi­bile di dolore intollerabile e di gioia esaltante: di più, spesso, i due sentimenti sconfinano l’uno nell’altro. Il pagliaccio, che porta dipinte contemporaneamente sulla faccia la lacrima e la bocca spalancata in un sorriso sguaiato e liberatorio, ne è immagine perfetta. In questo testo, proprio nei momenti di più alta tensione, Pino ci regala aneddoti decisamente divertenti, dissacranti, di matrice popolare che sdrammatizzano la situazione e consentono al lettore di tirare il fiato.

Giuseppe Pino Marchini è nato a Castelnuovo Magra, dove vive attualmente. E’ un curioso ricercatore delle tradizioni popolari liguri e di storia locale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News