Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Gennaio - ore 17.55

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Truffavano i turisti affittando una casa inesistente

Due uomini residenti nella provincia di Napoli sono stati denunciati dai Carabinieri di Castelnuovo: proponevano in affitto un'abitazione a Cavalese per le vacanze di Natale. Ma l'appartamento non esisteva.

Un assegno da 3.300 euro
Truffavano i turisti affittando una casa inesistente

Sarzana - Val di Magra - A conclusione di un’attività di indagine durata alcuni mesi, i Carabinieri della Stazione di Castelnuovo Magra hanno denunciato, per truffa, un 34enne ed un 20enne residenti in provincia di Napoli.
Come è stato accertato dai militari, i due avevano pubblicato su uno dei tanti siti specializzati un annuncio in cui pubblicizzavano una casa per le vacanze a Cavalese, in Trentino.
All’annuncio aveva risposto una famiglia residente in provincia della Spezia, interessata ad affittare la casa per le vacanze di Natale e Capodanno 2019-2020. Ne erano seguiti alcuni contatti ed era stato raggiunto un accordo. Per concludere, i due napoletani avevano richiesto tremilatrecento euro, somma in linea con i prezzi di mercato, ed avevano richiesto il pagamento tramite assegno. A pagamento avvenuto, però, il locatore si era reso irreperibile. La casa era risultata poi inesistente, mentre l’assegno era stato regolarmente incassato su un conto corrente acceso presso una banca lombarda che, come hanno appurato le indagini, era stato aperto utilizzando un documento falso.
La famiglia vittima del raggiro aveva così visto sfumare il sogno di una vacanza nella splendida cornice delle montagne innevate del Trentino.

Di qui la denuncia da cui hanno preso il via le indagini che hanno consentito ai Carabinieri di identificare i due responsabili, denunciati all’Autorità Giudiziaria alla quale dovranno rispondere di truffa ed uso di documenti falsi.

Quello delle truffe relative a inserzioni per case vacanze inesistenti è un fenomeno purtroppo quasi all’ordine del giorno, sull’onda del sempre più comune ricorso alle transazioni online.
Per difendersi, allorquando sarà possibile circolare di nuovo superate le restrizioni imposte dal Covid-19, può essere utile seguire alcune semplici regole, tra le quali:
- Controllare che non siano state usate foto di repertorio ma scatti reali, visto che gli annunci fraudolenti riportano spesso foto di abitazioni realmente esistenti e pubblicizzate su altri siti. Si può verificarlo con una “ricerca per immagini” su un motore di ricerca.
- Cercare sulle mappe online la strada indicata, per capire se l’immobile e la zona corrispondono alla descrizione fatta nell’annuncio.
- Cercare online la strada per un tour virtuale, per vedere la casa, facendosi confermare l’indirizzo dall’inserzionista.
- Valutare l’affidabilità dell’inserzionista, controllando da quanto tempo è attivo, quanti annunci ha pubblicato e quanti ne ha attualmente online.
- Verificare l’adeguatezza del prezzo richiesto con quelli di mercato.
- Chiedere di fissare un appuntamento con l’inserzionista per una visita dal vivo della casa, diffidando se trova scuse per non farlo, neanche delegando qualcuno.
- Versare solo una caparra, chiedendo di saldare al momento dell’arrivo.
- Non inviare mai documenti personali, che potrebbero essere utilizzati per fini illeciti.
- Effettuare pagamenti solo su Iban o tramite metodi di pagamento tracciato, su un conto corrente italiano, evitando carte di credito ricaricabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News