Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 26 Settembre - ore 16.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Troppo caldo per conservare salsicce, latte e yogurt, sequestro della Polstrada

Due carichi alimentari venivano trasportati ad una temperatura non adeguata e destinate a vari esercizi commerciali e market etnici della nostra provincia. L'alt al casello di Santo Stefano, multata la ditta intestataria del mezzo.

impianto refrigerante inidoneo
Troppo caldo per conservare salsicce, latte e yogurt, sequestro della Polstrada

Sarzana - Val di Magra - Il personale della Polizia Stradale della Spezia, insieme agli ispettori dell’Asl5 – Struttura Sicurezza Alimentare, ha effettuato nuovi controlli al casello autostradale di Santo Stefano Magra per verificare il corretto trasporto di sostanze alimentari destinate alle tavole della nostra provincia. Numerosi i mezzi controllati, nel corso del servizio. Tra questi, sono stati sottoposti a vincolo sanitario, con relativo sequestro della merce trasportata, due autocarri con un
carico di sostanze confezionate. Nello specifico si trattava di carne confezionata (filone e salsicce), nonché latte e yogurt, trasportati ad una temperatura non adeguata e destinate a vari esercizi commerciali e market etnici della nostra provincia.

A seguito delle verifiche è stato accertato, mediante misurazioni effettuate dall’Asl con termometro tarato, che il carico veniva traportato sul primo veicolo, non munito di impianto refrigerante, ad una temperatura di +24,7 gradi centigradi, mentre quella prevista dalla normativa deve essere compresa nel range da +0 e +7 gradi, rischiando di compromettere la corretta conservazione ed integrità degli alimenti. E’ stata così sanzionata per l’importo di 1000 euro la ditta intestataria del mezzo, sedente a Reggio Emilia, condotto da un marocchino trentasettenne regolare sul territorio nazionale. Sul secondo autocarro invece, riconducibile ad un’impresa spezzina e guidato da un quarantenne di questa provincia, è stato accertato da personale Asl che le condizioni di pulizia del reparto frigo non garantivano i parametri di igiene previsti dalla legge, pertanto sottoponevano a sequestro gli alimenti. Inoltre, gli agenti della Polizia Stradale contestavano la non idoneità dell’impianto refrigerante applicando una sanzione pecuniaria di 1000 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News