Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 02 Dicembre - ore 18.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rarissimo ibis eremita ucciso dai bracconieri e trovato in un canale

Sono in corso delle indagini. Il recupero dei resti è avvenuto ieri dopo che i volontari della Lipu hanno trovato l'animale. L'intervento del Cites e dei Carabinieri forestali.

a Pallodola
Rarissimo ibis eremita ucciso dai bracconieri e trovato in un canale

Sarzana - Val di Magra - La carcassa di un ibis eremita gettata in un canalone. Un ritrovamento terribile segnalato dai volontari, dell'Oasi Lipu di Arcola, che hanno trovato nei pressi di Pallodola i resti dell'animale presumibilmente vittima di bracconaggio.
L'ipotesi è stata avanzata dai Carabinieri del nucleo Cites e da quelli forestali della Spezia che sono intervenuti sul posto dopo la segnalazione. Stando a quanto ricostruito: sulla carcassa è stato trovato un apparecchio gps per la localizzazione dell'animale in quanto lo stesso faceva parte di un recente progetto di reintroduzione in Europa centrale e meridionale finanziato dall' Unione europea. Dai primi riscontri sembra che l’animale stesse emigrando dall’Austria per svernare nella laguna di Orbetello, in provincia di Grosseto. Il suo volo si è invece improvvisamente interrotto nel pomeriggio del 09 novemnbre scorso. non si esclude quindi che sia stato vittima di un episodio di bracconaggio.
I resti dell'animale sono stati trasferiti all'istituto zooprofilattico sperimentale di la Spezia al fine di accertare le cause della morte.
L'ibis eremita è tra le specie maggiormente minacciate di estinzione a livello mondiale ed inserita nella classificazione più alta del regolamento Cites. In una nota del nucleo si legge: "Dall’inizio del XX secolo la popolazione di ibis ha subito un calo drastico dovuto alla combinazione di vari fattori, in primis la caccia di frodo, ma anche la distruzione dell'habitat per far posto ad allevamenti e piantagioni di tipo intensivo. Attualmente l'ibis eremita è scomparso dalla maggior parte dell'habitat originario e allo stato selvatico ne rimangono solo poche colonie isolate in Marocco e Siria per un totale mondiale di circa 550 individui selvatici".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ibis eremita


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News