Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 25 Settembre - ore 12.44

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rapina due donne e fnisce in carcere dopo essere evaso dai domiciliari

A finire in manette è un impiegato 45enne di Arcola. Nel Modenese, cercò di prendere le chiavi dell'auto a due donne. Una di loro, quando il rapinatore la prese di mira, aveva appena fatto salire il figlio di sei anni in macchina.

l'epilogo
Rapina due donne e fnisce in carcere dopo essere evaso dai domiciliari

Sarzana - Val di Magra - E' evaso per due volte dagli arresti domiciliari ed ora aspetterà la data del processo in carcere a Villa Andreino. Sono le sorti di un impiegato arcolano 45enne che si era reso responsabile di due rapine nel Modenese. Gli episodi delle rapine risalgono a qualche tempo fa e uno in particolare assunse toni ancor più drammatici per la presenza del figlio, di appena 6 anni, di una delle due vittime. Il trasferimento in carcere risale al pomeriggio di ieri quando Carabinieri della Stazione di Arcola lo hanno arrestato e portato al carcere della Spezia, dove dovrà restare detenuto in custodia cautelare fino al processo.

L'impiegato arcolano, il 3 luglio scorso, si era reso responsabile di due rapine commesse nel Modenese ai danni di due donne alle quali aveva tentato di sottrarre le chiavi delle loro auto, appena parcheggiate, per poi rubarle.
Su una delle due macchine una delle due vittime aveva appena fatto sedere il figlioletto di sei anni e solo l’intervento tempestivo dei Carabinieri del posto ha scongiurato il peggio. I militari hanno arrestato l’uomo in flagranza di rapina impedendogli di mettere in pericolo l’incolumità del minore.

Per i due episodi il Giudice di Modena gli aveva concesso gli arresti domiciliari che l’impiegato arcolano stava scontando nella sua abitazione di Arcola, da dove però è evaso due volte.
I carabinieri di Arcola, incaricati della sua sorveglianza e del rispetto degli obblighi imposti dal Giudice, in entrambi i casi lo hanno rintracciato e ricondotto a casa agli arresti domiciliari denunciandolo a piede libero alla Procura della Repubblica della Spezia.

Nel contempo i Militari hanno richiesto all’Autorità giudiziaria di Modena che il provvedimento cautelare degli arresti domiciliari fosse revocato, perché non sufficiente a contenere la pericolosità sociale dell’uomo, e la misura fosse aggravata con la custodia cautelare in carcere.
E così è stato: in accordo con quanto relazionato dai Carabinieri di Arcola, il Giudice di Modena ha revocato il beneficio degli arresti domiciliari ed ha ordinato che l’uomo fosse condotto al carcere Villa Andreino dove rimarrà detenuto in attesa di essere processato per le rapine commesse nel modenese e per le due evasioni dagli arresti domiciliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News