Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Gennaio - ore 14.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Parentucelli in lutto per la scomparsa di Vincenzi: "Esempio di cultura e sentimento"

Il ricordo degli ex colleghi di Sarzana: "Amava quello che insegnava, non sé stesso".

AVEVA 68 ANNI
Parentucelli in lutto per la scomparsa di Vincenzi: "Esempio di cultura e sentimento"

Sarzana - Val di Magra - La morte a 68 anni per malattia del professor Lorenzo Vincenzi (QUI) ha provocato profondo sconforto nella comunità scolastica dell'Istituto Superiore Parentucelli Arzelà di Sarzana, dove aveva insegnato materie letterarie, prima allo Scientifico poi al Classico, lasciando nel giugno del 2019, quando venne collocato a riposo.

Spezzino di Fabiano, molto attaccato alla sua città, era diventato un sarzanese di adozione in seguito alla lunga esperienza didattica liceale in Val di Magra e alla stima e ammirazione che gli avevano riconosciuto i suoi colleghi di lavoro e tantissimi suoi studenti, genitori e personaggi della vita pubblica.

“Il professor Vincenzi ha rappresentato la licealità, quella antica e pura. Quella fatta del sapere vero”, lo ricordano gli ex colleghi, affranti dalla notizia della sua scomparsa. Che aggiungono: “Amava quello che insegnava, non sé stesso. Per noi era inarrivabile, un esempio. La sua sapienza era ottenuta dalla curiosità e dalla lettura vera, dal valore dei libri, dall'amore per l'odore della carta”. E ancora: “Lo stimavano per la sua profonda conoscenza della cultura, a tutto tondo. Era capace di recitare a memoria parola per parole un'opera lirica e capire le sottili differenze della direzione d’orchestra”.

L'affetto e l'attaccamento ai suoi studenti erano tra caratteristiche migliori e oggi più riconosciute del prof Vincenzi tanto che dedicava le sue poche uscite agli eventi con i suoi ragazzi. L’ex alunno Marco, interpretando il sentimento generale, lo ricorda così: “Era un punto di riferimento per la scuola e la città. Ha insegnato a tre generazioni di sarzanesi. Parliamo di una persona capace di affetto e compassione. È stato accanto a tutti nel momento del dolore. Era dotato di una cultura non comune. Era un uomo umile e per la scuola ha rinunciato a posizioni di prestigio. Avrebbe potuto andarsene ma ha preferito restare ad insegnare a Sarzana, in quello che era il suo mondo”.

Anche i genitori dei suoi ex studenti piangono. “A distanza di anni - osservano - aveva sempre premura di chiedere dei nostri ragazzi. Si emozionava alla notizia di un loro successo. Era un uomo di pudore, riservato nei sentimenti ma di grande sensibilità. Non si dimenticava mai di chiedere dei suoi alunni anche di quelli meno fortunati per i quali si è sempre battuto per una vita più generosa”.

Al fratello, la sorella, il caro nipotino e i familiari giungano le condoglianze della comunità del Parentucelli Arzelà pronta ad organizzare un momento ricordo all’interno dell’istituto. La cerimonia funebre si svolgerà sabato mattina alle 9 presso la cripta del Cristo Re alla Spezia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News