Città della Spezia Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Febbraio - ore 22.32

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Mistero a Buonviaggio, spezzino trovato morto con una ferita alla fronte

Tanti gli elementi al vaglio dei carabinieri. Non è da escludere che l'uomo si sia introdotto nella struttura dopo un incidente stradale.

LE INDAGINI
Mistero a Buonviaggio, spezzino trovato morto con una ferita alla fronte

Sarzana - Val di Magra - Un corpo seminudo con una vistosa ferita alla fronte. E' il macabro ritrovamento avvenuto questa mattina all'apertura del capannone della carrozzeria Angeli fatto da un dipendente. Il cadavere è di un 50enne spezzino, Fabio Cozzani, residente in città e che lavorava per una ditta specializzata nella vendita di auto.

Le ore antecedenti al ritrovamento sono ancora avvolte nel mistero. A condurre le indagini sono i carabinieri della Spezia che da questa mattina hanno setacciato il capannone e stanno conducendo una serie di accertamenti a bordo di una Fiat Multipla, incidentata e trovata a poche centinaia di metri dal luogo del ritrovamento.

Al momento non c'è spazio per le ipotesi anche se per l'Arma, e il Nucleo investigativo, sarebbe da escludere il malore improvviso oppure una morte sul lavoro, perché il 50enne dipende da un'altra azienda. Stando ad una prima ricostruzione è possibile che l'uomo viaggiasse a bordo della Multipla finita contro il guard rail sulla strada di Buonviaggio.
L'automobile, posta sotto sequestro, non presenta particolari danneggiamenti salvo quelli compatibili con lo scontro contro la barriera.

Per i carabinieri non sarebbe da escludere che l'uomo si sia introdotto all'interno del capannone, dove ha trovato un portellone scorrevole aperto, introducendovisi dentro. Aveva gli abiti zuppi di pioggia, ieri notte pioveva a dirotto, e ha cercato qualcosa per coprirsi trovando una tuta che ha cercato di indossare. Da qui però comincia un buco nero, ancora da ricostruire in termini cronologici.

Il corpo del 50enne era a terra e stando ad una prima analisi la ferita lacerocontusa alla fronte potrebbe essere compatibile con un pezzo di metallo rinvenuto nel capannone non distante dal punto di ritrovamento. In prossimità del cadavere sono stati trovati i documenti.
I carabinieri in queste ore hanno avvertito la famiglia, l'uomo era sposato, ed è partita la ricostruzione dei fatti che proseguirà serrata. Il fatto è avvenuto in una zona in cui le reti telefoniche hanno scarsa copertura e quindi, anche se avesse voluto chiedere aiuto, non aveva a disposizione la rete ed era difficile da rintracciare.

L'ora della morte potrebbe risalire a questa notte stando ad una prima analisi del corpo in base alla rigidità dovuta al rigor mortis. Solo un esame autoptico, che potrebbe avvenire entro le prossime quarantotto ore, farà luce su quanto avvenuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia





I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News