Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Marzo - ore 16.16

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lo accusano di aver rubato il loro hashish e lo picchiano per sei ore | Video

L'incubo di un imprenditore della Val di Magra che affitta una baracca a tre stranieri. Derubati di un carico di 30 chili di droga lo accusano del furto e lo seviziano sul gretto del fiume Serchio. Per scoprire poi che non c'entrava nulla.

arrestati in una baracca
Lo accusano di aver rubato il loro hashish e lo picchiano per sei ore

Sarzana - Val di Magra - Sequestro di persona a scopo di estorsione e rapina aggravata. Con questi pesantissimi campi di imputazione tre persone sono state arrestati questa mattina. I carabinieri poco dopo l'alba si sono presentati al loro cospetto in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal gip del tribunale di Lucca. I tre, 37, 23 e 55 anni tutti di origine marocchina sono stati arrestati poiché ritenuti responsabili a vario titolo di sequestro di persona e rapina al termine di un operazione coordinata dalla Procura della Repubblica di lucca. La vittima, un imprenditore della Val di Magra aveva affittato ai tre stranieri una baracca. Mesi dopo qualcuno nella notte aveva divelto la finestra ed era entrato all'interno della struttura, così il proprietario accortosi dell accaduto, avvisava del fatto gli affittuari.

Da qui l'inizio di un incubo. L'imprenditore veniva ritenuto dal terzetto responsabile della sottrazione di un ingente quantitativo di hashish (la bellezza di 30 chili) che i tre avevano stoccato all'interno della baracca ritenendolo un rifugio sicuro a cui le forze dell'ordine non sarebbero mai potute risalire. Così, un pomeriggio del luglio scorso, l' imprenditore veniva prelevato dalla propria abitazione in Val di Magra da due cittadini marocchini e trasportato, con inganno in una baracca sulle sponde del fiume Serchio in provincia di Lucca dove ad attenderli vi era il terzo uomo di origine rumena con volto travisato e armato di fucile a canne mozze. Qui l'uomo sarebbe stato legato picchiato per circa sei ore dai tre al fine di ritornare in possesso dello stupefacente dal valore al dettaglio di circa €45000. L'uomo, dopo essere stato rapinato della somma in contanti in suo possesso, veniva liberato poiché gli aguzzini si convincevano della sua estraneità ai fatti e anche perché prometteva, nonostante la sua estraneità, di risarcirli anche in parte del danno subito.

Le indagini dei carabinieri della compagnia di Sarzana hanno consentito di risalire ai tre uomini, di ricostruire la vicenda e raccogliere elementi di prova a carico dei tre soggetti che hanno consentito all'autorità giudiziaria di emettere il provvedimento che ha trovato esecuzione in data odierna i tre arrestati dopo le formalità di rito sono stati tradotti presso le case circondariali di Lucca e Livorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Video

22/02/2019 - Lo accusano di aver rubato il loro hashish e lo picchiano per sei ore, sopralluogo nella baracca

La baracca
L'alcova
La baracca


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News