Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Luglio - ore 22.47

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Larve nelle frittelle di baccalà, maxi sequestro in Val di Magra

Un cittadino si è presentato al personale veterinario dell'Asl 5 con degli alimenti dove erano presenti larve di mosca. Sequestrati due reparti di un supermercato.

3mila euro di sanzioni
Larve nelle frittelle di baccalà, maxi sequestro in Val di Magra

Sarzana - Val di Magra - Trentasette chili di alimenti sequestrati e un uomo visitato in Pronto soccorso per aver mangiato delle larve di mosca sviluppatesi in alcune frittelle di baccalà. E' il bilancio dell'operazione del personale veterinario dell'Asl 5 spezzino che questa mattina ha sequestrato due reparti, quello della gastronomia e quello della gelateria, di un supermercato della Val di Magra.

Il blitz è stato è innescato da un cittadino che si è presentato visibilmente scosso negli uffici degli operatori con una busta contenente le frittelle dove albergavano le larve, poi sequestrate. L'uomo, un 60enne spezzino, era reduce da una visita in Pronto soccorso dove i sanitari gli hanno diagnosticato il consumo di alimenti invasi da vermi.
La situazione ha richiesto un procedimento immediato da parte degli operatori del reparto, coordinato dal dottor Mino Orlandi. Scattati i controlli sono emerse alcune anomalie: era presente una gran quantità di mosche in una vetrina riscaldata malfunzionante contenente, tra le altre cose, frittelle di baccalà e polli arrosto, prodotti da servire caldi.
La teca non avendo una temperatura corretta ha favorito lo sviluppo e la crescita delle uova, come un’incubatrice. Al termine del controllo, durante il quale non sono state trovate altre larve, sono stati sequestrati 37 chili di alimenti presenti nella vetrina riscaldata. Per l’esercizio non è scattata la denuncia penale, ma gli operatori hanno proceduto con una sanzione da tremila euro.
Non sarebbe da escludere che le uova si siano schiuse dopo l’acquisto e che la contaminazione sia avvenuta nel reparto sequestrato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia





Lo Spezia 19/20 prende forma, secondo voi oggi è più forte o più debole del suo predecessore?
























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News