Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Febbraio - ore 10.24

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La labrador Alma stana altro veleno nei boschi della Bradiola

Il cane, al servizio del Nucleo antiveleni, ha trovato altre tracce della pericolosa sostanza. I Carabinieri forestali hanno lavorato per bonificare la zona e rimane in vigore l'ordinanza del sindaco che prevede l'obbligo di guinzaglio.

"pratica criminale"
Il labrador Alma e il suo conduttore al lavoro per stanare i bocconi avvelenati

Sarzana - Val di Magra - Ancora veleno nella boscaglia della Bradiola a Sarzana e questa volta è stata la labrador specializzata Alma a stanarlo. E' quanto emerge dalla nuova operazione condotta dai Carabinieri forestali dopo l'episodio del 5 febbraio, a seguito del quale un meticcio aveva avuto conseguenze pesantissime dopo l'ingerimento di alcune esche.
Se alla Bradiola è ancora in vigore, in base ad un'ordinanza del sindaco di Sarzana, l'obbligo di portare a spasso il proprio amico a quattro zampe con il guinzaglio, i carabinieri con il supposto del Nucleo antiveleni, di Bosco di Corniglio a Parma, assieme ad Alma hanno battuto palmo a palmo tutta l'area. Come detto, poi, sono state trovate altre pericolose tracce di veleno.
In una nota rilasciata dai Carabinieri forestali emerge che: "Nel corso della perlustrazione, che si è protratta per alcune ore, e’ stata attuata un’accurata bonifica dell’area finalizzata ad evitare il ripetersi di episodi di avvelenamento. Al termine dell’attività sono stati acquisiti alcuni interessanti elementi che consentiranno di continuare le indagini al fine di individuare il responsabile. In particolare il cane ha individuato alcune interiora di animali, contenenti con ogni probabilità veleno visti il colore e l'odore ed il fatto che “Alma” abbia marcato il punto in cui si trovavano, e del vomito di animale. Il personale operante ha quindi provveduto alla consegna di quanto sopra all’istituto zooprofilattico sperimentale di la spezia per le successive analisi".

L'episodio precedente a quest'ultima attività aveva reso necessari una serie di provvedimenti e un'indagine. E' durissima la condanna per quanto accaduto. A rimarcare che si tratti di un atteggiamento criminale è anche la nota dei Carabinieri che conclude: " La diffusione di bocconi avvelenati è una pratica criminale che purtroppo continua a ripetersi e può portare a gravi conseguenze non solo per gli animali domestici e la fauna selvatica ma anche per i bambini che potrebbero raccoglierli ed ingerirli incautamente. Per questo è particolarmente importante che gli episodi di avvelenamento ed eventuali rinvenimenti di bocconi sospetti, vengano prontamente segnalati ai carabinieri della tutela forestale".


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'ordinanza del sindaco Ponzanelli che prevede l'obbligo di guinzaglio alla Bradiola


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News