Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 17 Agosto - ore 15.36

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Investimento e fuga sull'Aurelia. Un arresto per omicidio stradale | Foto | Video

A finire in manette un 46enne. Le indagini sono state condotte dalla Polizia del commissariato di Sarzana e la Stradale della Spezia.

ai domiciliari
Investimento e fuga sull'Aurelia. Un arresto per omicidio stradale

Sarzana - Val di Magra - L'uomo che aveva investito sulla Variante Aurelia è morto dopo due giorni di agonia in ospedale. L'investitore era scappato. Era il 22 gennaio scorso. Ora il responsabile, un 46enne Moldavo residente a Roma, è agli arresti domiciliari con l'accusa, pesante, di omicidio stradale.
Il provvedimento restrittivo, emesso dalla Procura della Repubblica della Spezia è scattato questa mattina. A condurre le indagini sono stati gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Sarzana coordinati dal vicequestore aggiunto Gianluca Fargnoli e dal commissario capo Vittorio Pedone della Polizia stradale della Spezia.
La sera del 22 gennaio sulla variante Aurelia a Sarzana Franco Capineri veniva investito da un autoarticolato. L'autista del mezzo non si è fermato allontanandosi e facendo perdere le proprie tracce. Capineri moriva in ospedale due giorni più tardi a causa delle ferite riportate.
Oltre alle doti investigative degli agenti, l'ausilio della tecnologia ha permesso che si chiudesse il cerchio permettendo di arrivare all'identità dell'investitore: un 46enne moldavo residente nell'hinterland di Roma.
Le indagini svolte inizialmente raccogliendo testimonianze e immagini delle riprese delle telecamere di esercizi commerciali sul luogo del sinistro hanno consentito di individuare il veicolo coinvolto, un autoarticolato, riuscendo a ricostruire il tragitto del mezzo pesante.
Mentre a Sarzana la Polizia Stradale ricostruiva il luogo dell'incidente con l’apparecchiatura “Top crash”, strumento in dotazione alla sezione della Spezia, che permette tramite geolocalizzazione e fotogrammetria di rilevare il campo del sinistro con tutti i suoi protagonisti, le Squadre di Polizia Giudiziaria della Specialità e del Commissariato individuavano e sequestravano il trattore stradale a Roma ed il semirimorchio a Prato, con la collaborazione della Polizia Stradale di Prato, Roma Nord e Viterbo.
In seguito al sequestro dei veicoli, personale della Polizia Stradale dall’analisi della scatola nera del trattore con l’apparecchiatura Police Controller ricostruiva il percorso effettuato dallo stesso e precisamente dove si trovava al momento del sinistro, dati che venivano comparati con l’analisi del traffico telefonico dell’autista.
I mezzi venivano analizzati da personale della Polizia scientifica della Spezia, Genova e Roma e sugli stessi venivano rinvenute tracce di abiti che, a seguito di analisi merceologiche forensi effettuate dai laboratori centrali del Servizio Polizia Scientifica di Roma, davano piena compatibilità con quelli della vittima chiudendo così il cerchio delle indagini che si traduceva nel provvedimento di Arresto del 46enne accusato del reato di omicidio stradale con l’aggravante della fuga e omissione di soccorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Video

15/02/2019 - Un arresto per omicidio stradale, l'operazione della Polizia di Stato


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News