Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Novembre - ore 17.29

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

I finanzieri di Sarzana stroncano enorme traffico di abbigliamento falso

Un calzino Supreme "taroccato" venduto in Val di Magra porta a scoprire un commercio illecito da centinaia di migliaia di euro. I falsi prodotti a Lecce e venduti in tutta Italia.

indagine di un anno
I finanzieri di Sarzana stroncano enorme traffico di abbigliamento falso

Sarzana - Val di Magra - Colpo di portata nazionale della compagnia di Sarzana della Guardia di Finanza. Da un controllo in uno spaccio della Val di Magra, gestito da un cittadino cinese, è scaturita un'indagine che ha coinvolto tutta Italia e portato a 43 denunce e il sequestro di merce contraffatta per un valore stimato di 443mila euro. Commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione le accuse rivolte a produttori di abbigliamento falso e commercianti che vendevano questa merce praticamente in tutta la penisola: Roma, Milano, Bologna, Napoli, Torino, Firenze, Padova, e Piacenza sono solo alcune.

L'operazione, che ha coinvolto numerosi reparti delle Fiamme Gialle sotto il coordinamento dei colleghi sarzanesi, ha i suoi presupposti in una perquisizione avvenuta a Sarzana nel 2019. Nel negozio erano in vendita centinaia di calze marchiate “Supreme”, brand noto per la qualità dei tessuti e molto apprezzato dai più giovani. Ad un attento esame, quelle esposte nell'esercizio commerciale di Sarzana si erano rilevate però di mediocre fattura e caratterizzate da imprecisioni nella rappresentazione del marchio.

Il primo passo è stato individuare il fornitore della merce, un ingrosso cinese ubicato nel distretto commerciale di Lacchiarella, in provincia di Milano, ed una serie di negozi in diverse città del nord Italia: Bergamo, Genova, Sant’Ilario d’Enza ed Acqui Terme. Un primo sequestro di 13.614 paia di calze contraffatte. Dall’analisi della documentazione contabile ed extracontabile, i finanzieri sono riusciti a risalire alla fabbrica, in provincia di Lecce, dove veniva prodotto l’abbigliamento, e ad intervenire anche presso altri 43 esercizi commerciali in tutta Italia. Il blitz ha stroncato dunque il traffico portando a sequestrare altre 63.295 paia di calze "taroccate". Il produttore della merce aveva conseguito, secondo gli inquirenti, un illecito profitto di circa 200mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Compagnia della Guardia di Finanza di Sarzana


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News