Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Agosto - ore 14.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Frugava nella spazzatura per carpire informazioni sulla vicina e spaventarla

Pensionato arrestato dai Carabinieri in Val di Magra: era il suo vicino di casa che nella notte cercava in mezzo ai rifiuti documenti dai quali riusciva a carpire dati talmente intimi da far paura. Per poi proporle protezione da quelle minacce.

tre mesi da incubo
Frugava nella spazzatura per carpire informazioni sulla vicina e spaventarla

Sarzana - Val di Magra - Altro che Zuckerberg, Cambridge Analitica e lo scandalo dei dati degli oltre 50 milioni di utenti Facebook a fini elettorali. Quando a "controllarti" è il tuo vicino di casa la storia si fa certamente più complessa e delicata, a tratti assurda. E ieri, in un Comune della Val di Magra, i carabinieri della Compagnia di Sarzana hanno arrestato un pensionato ultrasessantenne, resosi responsabile di una lunga serie di atti persecutori nei confronti di una donna, sua vicina di casa. Dallo scorso autunno, infatti, la donna era destinataria di una serie innumerevole di lettere anonime scritte con il normografo e con ritaglio di giornale, in cui erano contenuti minacce varie ed insulti conditi di informazioni di natura così privata che appariva inspiegabile, per la vittima, come il mittente potesse esserne a conoscenza. Non poteva che informare le forze di polizia di quella pressione psicologica continuata e dopo una lunga serie di appostamenti nei pressi dell’abitazione della vittima, i Carabinieri hanno scoperto che un vicino della donna era solito andare nottetempo a frugare nella spazzatura, ove trovava documenti vari, dai quali riusciva a carpire informazioni private ed in grado di ricostruire particolari intimi della vita della donna, tanto ingenerare in lei la convinzione di essere spiata in ogni momento della giornata.

Quando i militari, acquisita la certezza dell’identità del persecutore, sono intervenuti ed hanno perquisito la sua abitazione, hanno rinvenuto un normografo, presumibilmente utilizzato per scrivere le lettere, ed oggetti vari riconducibili alle missive già inviate. L’uomo si sarebbe anche proposto nei confronti della donna per offrirle protezione una volta che la stessa si era confidata sulle minacce ricevute e questo potrebbe essere il movente delle sue azioni. Un particolare che ha colpito gli investigatori, oltre all’elevatissimo numero di lettere, è la meticolosità ossessiva con cui l’uomo raccoglieva ed analizzava i rifiuti (documenti, scontrini, lettere etc.) per ricostruire ogni dettaglio della destinataria delle sue attenzioni. La pericolosità del soggetto ha fatto si che l’Autorità Giudiziaria emettesse un ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita dai Carabinieri. Per la donna si è così concluso un incubo che l’aveva perseguitata per mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News