Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Marzo - ore 22.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Dopo il caso di Santa Caterina continuano controlli sulle mense

Genitori, insegnanti e alunni vogliono tenere alta l'attenzione. Ieri incontro fra commissione mensa e Insieme per i diritti dei nostri figli.

Dopo il caso di Santa Caterina continuano controlli sulle mense

Sarzana - Val di Magra - A una settimana dall'increscioso episodio avvenuto nella scuola di Santa Caterina a Sarzana, con il ritrovamento di insetti nei pasti dei bambini, ieri sera si è tenuto un incontro fra una rappresentanza del Consiglio di Istituto ISA 13, in particolare la Commissione Mensa, e l’Associazione “Insieme per i diritti dei nostri figli”. Riunione che è servita anche per far conoscere ulteriormente l'esistenza della commissione ed il suo ruolo.
Il Presidente del Consiglio d’Istituto, Giovanna Allegretti, ha spiegato l'importanza dell'organo nominato dall'interno del consiglio stesso, che lavora autonomamente e assume il ruolo di unico referente per la Direzione Didattica, l’Amministrazione comunale e il Gestore del servizio. Si avvale dell’aiuto di un Comitato Mensa Genitori, formato raccogliendo le adesioni di genitori esterni al consiglio d'istituto che hanno risposto alla richiesta di disponibilità formulata dalla Commissione stessa in tutte le scuole.

Tina Caldarelli, presidente della commissione, ha quindi spiegato: “Il nostro operato è iniziato subito dopo il nostro insediamento, avvenuto a dicembre dopo un momento di cambiamento che ha riguardato l'amministrazione comunale, il dirigente scolastico, il consiglio di istituto, comitato e anche l’appalto per la fornitura del servizio, anche se con il medesimo gestore. Ci siamo subito messi alla ricerca – ha aggiunto - di volontari per la costituzione del comitato genitori ed iniziando i controlli durante l’orario di mensa dei vari plessi scolastici proprio per ottemperare al nostro compito: effettuare un controllo sul servizio offerto, a tutela dei nostri figli, e creare un collegamento tra l’Amministrazione Comunale, gli utenti di tale servizio e i suoi gestori.
I gravi fatti verificatisi a Santa Caterina hanno preoccupato notevolmente sia noi che il resto dei genitori, abbiamo incontrato il Sindaco e CIRFood e siamo ancora in attesa degli esiti delle verifiche richieste alla ASL”.

Allegretti ha quindi puntualizzato: “Notiamo però, con una certa preoccupazione che molti genitori hanno rinunciato al servizio mensa e deciso di portare il pasto pronto da casa per i loro bambini; temiamo che questa decisione, probabilmente data dall’impeto del momento, se dilagante, possa portare alla perdita definitiva del servizio di ristorazione per motivi economici legati al contratto in essere e ad una eventuale e successiva, seppur remota rivisitazione dell’orario scolastico”. Sia il consiglio che l'associazione hanno ribadito la convinzione che tale diritto debba essere difeso e tutelato: “Nessuno di noi vuole rinunciare al servizio mensa per questo chiediamo la collaborazione di tutti affinché questo funzioni”.

"Non vogliamo rinunciare a questo diritto – ha evidenziato Andrea Perottti di Insieme per i diritti dei nostri figli - chiediamo invece un servizio di qualità. Quanto accaduto in più scuole non si ripeterà. La nostra associazione da sempre fa da ponte tra famiglie e istituzioni e vigileremo insieme alla Commissione e al Consiglio affinché non accada mai più. I genitori devono aprirsi con fiducia alle maestre in primis e ai rappresentanti che hanno il dovere di comunicare prontamente qualsiasi problema alla Commissione - collaboriamo, perché insieme si può”.
Infine ancora Caldarelli: “In questa fase la coesione e la collaborazione di tutte le componenti sono importantissime affinché non venga abbassato il livello di guardia, continuino i controlli a sorpresa e vengano segnalate tempestivamente eventuali e presunte anomalie che verranno immediatamente verificate dalla Commissione Mensa. In questi giorni, per me intensi, ho pensato spesso al consiglio datomi da chi mi ha spinto ad iniziare questo percorso. Come presidente della Commissione Mensa – ha concluso - dico che il dialogo e la collaborazione di tutti sono alla base del funzionamento di questo servizio che è un diritto imprescindibile per i nostri figli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News