Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 15 Settembre - ore 19.04

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Caccia di frodo e minaccia le guardie. In casa aveva un arsenale

Un artigiano di Vezzano Ligure, sorpreso a cacciare nel territorio del Parco di Montemarcello, è stato denunciato dai Carabinieri per svariati reati.

Una valanga di guai
Caccia di frodo e minaccia le guardie. In casa aveva un arsenale

Sarzana - Val di Magra - Non gli è bastato l'essere stato sorpreso a cacciare all'interno di un'area Parco: quando le Guardie ecologiche provinciali si sono avvicinate le ha minacciate puntando loro contro la doppietta. Poi si è dato alla macchia, ma è stato rintracciato e ai guai che aveva già se ne sono aggiunti molti altri.

Stamattina i Carabinieri della stazione di Vezzano Ligure hanno infatti denunciato, per possesso illegale di armi e munizioni, un artigiano di 46 anni che era stato notato nel pomeriggio di ieri mentre era a caccia nella zona del Parco di Montemarcello, dalle Guardie ecologiche provinciali, impegnate in una delle consuete attività antibracconaggio. Una volta sorpreso con le mani nella marmellata, in un’area in cui l’attività venatoria non è consentita, ha reagito puntando il fucile verso le guardie, dandosi poi alla fuga nella boscaglia.

Nel corso dell’incontro è stato però riconosciuto da un volontario, che ha immediatamente allertato i Carabinieri. Una pattuglia si è così recata presso la sua abitazione e, rintracciato il fuggiasco, i militari hanno proceduto a una perquisizione, anche perché l’uomo, che annoverava precedenti connessi proprio alle armi, non risultava averne denunciate.
Nel corso della perquisizione i Carabinieri hanno invece scoperto un vero e proprio arsenale: tre fucili, uno dei quali peraltro munito di un silenziatore artigianale (vietato dalla legge italiana), un puntatore laser, circa novecento cartucce, dodici armi bianche tra spade e sciabole, cui si aggiunge una balestra.

Tutte le armi, perfettamente efficienti, sono state sequestrate. Per l’uomo è così scattata una denuncia per detenzione illegale di armi, cui si aggiunge quella per minaccia aggravata nei confronti delle guardie venatorie. I Carabinieri stanno ora cercando di accertare la provenienza delle armi, che non risultano censite nelle banche dati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I Carabinieri con le armi sequestrate Archivio CDS
Il silenziatore artigianale, vietato Archivio CDS
Una delle spade sequestrate Archivio CDS


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News