Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 28 Gennaio - ore 11.31

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Addio al partigiano "Frustina" Adriano Bologna

Il ricordo di Massimo Caleo.

aveva 93 anni
Addio al partigiano "Frustina" Adriano Bologna

Sarzana - Val di Magra - A pochi giorni dalla ricorrenza del 29 Novembre si è spento martedì Adriano Bologna detto “Frustina”, classe 1927 e uno degli ultimi partigiani della Brigata Garibaldi “Ugo Muccini”.
“Fu arrestato, durante una operazione partigiana, davanti al cimitero di Sarzana e trasferito al famigerato XXI a Spezia,il terribile carcere fascista - ricorda l'ex senatore e sindaco Massimo Caleo - sottoposto alle “cure” del torturatore fascista Aurelio Gallo. Condannato a morte, scampo’ alla fucilazione e fu trasferito prima a Marassi e poi nel campo di concentramento di Bolzano. Rimase in carcere per un anno e mezzo e solo il bombardamento della linea ferroviaria scongiurò il suo trasferimento in un campo di sterminio in Germania. Come molti e tra mille peripezie, ritorno’ a casa a piedi. Dopo la guerra lavoro’ come operaio in Comune a Sarzana”.

“In quel periodo – ricorda ancora Caleo - il comune aveva più di venticinque operai e molti di essi, tra cui Adriano, si dedicarono all’estensione dell’acquedotto nei quartieri periferici facendosi sempre ben volere. Frustina amava raccontare gli episodi più significativi della sua vita. E l’occasione capitava spesso il 29 novembre, giornata del pranzo sulle nostre colline, per ricordare il drammatico rastrellamento, da parte delle truppe Nazi-Fasciste. Io ero il più giovane di una tavolata formata da amici e compagni e ci trovavamo dalla Elide,a Gignago. Alla fine della“impegnativa” giornata arrivava il momento di Adriano che magistralmente romanzava il suo arresto e tutte le vicende connesse. E ogni anno ne aggiungeva un pezzo. Fantastiche giornate di memoria ma anche di comunità e fraternità.Caro Frustina ci mancherai, e mancherai a tua moglie Franca e ai tuoi figli Enrico e Stefano. Mi raccomando, da lassù continua a raccontare la tua storia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News