Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Giugno - ore 14.17

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Un "orto in città" nel nome di Ezio Ricci

Inaugurato questa mattina a Sarzana il 'campo sperimentale' per i ragazzi dell'agrario che la famiglia ha donato all'istituto Arzelà.

Un "orto in città" nel nome di Ezio Ricci

Sarzana - Val di Magra - Viene chiamato in forma ufficiale ‘campo sperimentale’ ma subito lo hanno ribattezzato ‘l’orto di Sarzana’ proprio per il fatto di trovarsi come fondo rustico a due passi dal centro urbano. Parliamo del podere di circa 3mila metri quadrati, situato in una porzione di terreno tra via Torrione San Francesco, la struttura della Pubblica assistenza e viale Alfieri, donato in comodato d’uso gratuito all’Agrario ‘Arzelà’ dalla famiglia del compianto Ezio Ricci, famoso manager teatrale. (QUI)

Un terreno quindi con destinazione agricola a due passi proprio dalla scuola, struttura in grado di consentire a docenti e studenti di portare avanti a pieno ritmo la sperimentazione e la coltivazione dei prodotti della terra con tecniche biologiche. E in un futuro immediato anche la loro vendita a chilometro zero: nella stessa area di produzione, nei mercati settimanali del giovedì e del martedì a Sarzana e perfino nei gruppi di acquisto attraverso WhatsApp.
La parte principale spetterà agli oltre duecento studenti dell’Agrario alle prese con l’esperienza diretta del lavoro nei campi. Un numero destinato a salire il loro anche per i progetti della scuola professionale sarzanese alcuni dei quali prospettati proprio oggi, venerdì 31 maggio, nel corso della cerimonia dell’intitolazione solenne del complesso agricolo a Ezio Ricci, doppiamente ricordato anche per la data di quello che sarebbe stato oggi il suo centesimo compleanno.
Il principale progetto riguarda l’interesse dell’istituto agrario a realizzare un convitto, un complesso nel quale vivono i giovani, nell’ambito della struttura Sabbadini di Sarzana, allargando così, a dieci anni dalla sua costituzione, le iscrizioni ai giovani provenienti da località distanti, quali Sestri Levante, la riviera di Levante, la Garfagnana e via dicendo.
Giovani. Una parola ripetuta più volte nel corso della cerimonia accostata al personaggio di Ezio Ricci e al suo amore per le nuove generazioni. La dirigente del Parentucelli-Arzelà Vilma Petricone ne ha tratteggiato la figura, alla presenza delle figlie Valeria, Paola e Francesca.
La preside ha iniziato ricordando le sue origini sarzanesi e la sua passione per la città natale, il suo grande lavoro di direttore del Teatro sociale di Mantova e il suo entusiasmo a confrontarsi tanto con i grandi artisti quanto con i giovani. ‘Gli avevo promesso – ha sottolineato Petricone rivolgendosi ai ragazzi – di fare germogliare questo terreno in suo onore. Proprio voi, ragazzi, dovete ora mantenere viva la memoria di Ezio con lo studio e il lavoro!’.

Massimo Caleo, primo collaboratore della dirigente, ha proseguito parlando della presenza di Ezio Ricci nella memoria e nel sentimento dei sarzanesi. Caleo ha annunciato le iniziative prossime venture legate all’attività del podere, tra cui, come detto, la realizzazione di un convitto.
Commosso l’intervento di Francesca Ricci, figlia di Ezio. Ha rammentato anche la professione di docente di tecnica bancaria del padre e ha sottolineato le sue parole rivolte alla positività di avere a disposizione la terra da coltivare e non da costruire palazzi di cemento.
Il presidente del Consiglio di istituto Andrea Pizzuto è intervenuto anche a nome del sindaco di Sarzana Cristina Ponzanelli non presente per impegni inderogabili. È stato lui ad esprimere il concetto di ‘orto in città’ insieme alla valorizzazione dell’agricoltura in rispetto delle radici sarzanesi.
Roberto Antiga ha rappresentato l’Ufficio scolastico provinciale ed in particolare il dirigente Roberto Peccenini. Nel suo discorso, tra le altre cose, ha valorizzato l’importanza nel futuro delle scuole professionali come l’Agrario.

La benedizione del podere è toccata a don Franco Pagano, parroco della vicina chiesa di San Francesco ed insegnante di religione al Parentucelli-Arzelà. Nelle sue parole ha invocato un augurio di bene legato alla fecondità della terra, prima di recitare un passo di San Francesco.
È toccato al direttore del campo sperimentale Davide Giovanelli, docente di teorico-pratico, illustrare il campo sperimentale nei suoi dettagli tecnico-operativi. I metodi di insegnamento si rifanno alla pratica agricola e alla sperimentazione. Ha puntualizzato l’attività portata avanti grazie alla foglia elettronica, così chiamata una centralina che invia dati meteo ed elementi fisiologici della pianta consentendo di prevenirne le malattie grazie ad interventi di prevenzione a basso impatto per l’ambiente. E su questo filo conduttore ha sottolineato lo svolgimento di attività agricole solo con pratiche biologiche. Infine ha ringraziato tutti i colleghi e gli addetti impegnati nel campo sperimentali ed ha messo in rilievo le continue richieste da parte delle aziende agricole per assumere personale dai diplomati dell’Arzelà.

Nel corso della cerimonia non sono mancati ringraziamenti a vario titolo a Giuseppe Stoppelli, Giacomo Cozzani (direttore del Canale Lunense) Mario Cappelli e Jessica Aliotta, Davide Fazioli. Quest’ultimo in rappresentanza dei pensionati Spi, presenti per portare esperienze a favore dei ragazzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Inaugurazione del campo sperimentale Archivio CdS
Inaugurazione del campo sperimentale Archivio CdS
Il campo sperimentale
Il campo sperimentale Archivio CdS
La targa del campo sperimentale Archivio CdS


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News