Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Ottobre - ore 19.27

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ultimo argine pronto entro fine anno, Giampedrone: "Chiudiamo un cerchio"

Stamani a Camisano sopralluogo dell'assessore regionale sul cantiere del Lotto 1: "Si concluderà la partita del rischio idrogeologico e sarà agibile l'area industriale".

Ultimo argine pronto entro fine anno, Giampedrone: "Chiudiamo un cerchio"

Sarzana - Val di Magra - Sono già iniziati e dovrebbero concludersi entro dicembre i lavori per la costruzione del Lotto 1 dell'argine del Magra a Camisano. Un intervento finanziato dalla Regione Liguria con un milione di euro, e affidato alla ditta emiliana Sgc, per 'chiudere' un tratto di terra di circa 120 metri e dare così piena agibilità all'area in cui entro la fine dell'anno San Lorenzo inaugurerà i suoi due capannoni.

“Oggi chiudiamo un cerchio – ha affermato durante il suo sopralluogo l'assessore regionale Giampedrone – chiudiamo la partita del rischio idrogeologico rendendo agibile anche la parte artigianale e industriale. Consegniamo inoltre i lavori della seconda parte del Lotto 4 con le due rampe di accesso all'argine e la porta vinciana che completa le opere. Per me è un giorno storico perché si arriva a questo risultato con una buonissima sinergia fra aziende del territorio, amministrazione comunale e uffici della Regione. Questa è un'opera attesa dal 2007”.

Il titolare delle deleghe a infrastrutture, difesa del suolo e protezione civile ha inoltre annunciato l'apertura delle buste per la sostituzione delle griglie delle portelle che mancano negli argini bassi. Sarà invece bandito nei prossimi mesi l'appalto per l'opera di difesa idraulica di Pantalè da quattro milioni di euro che vedrà l'Aipo (autorità idraulica del Po' come stazione appaltante). Sarà invece valutato più avanti l'adeguamento di Via Alta. “Per quanto riguarda Poggio Scava – ha aggiunto l'assessore amegliese Bernava – l'importo dei lavori si aggira intorno ai due milioni, stiamo cercando le risorse per poi affidare la progettazione esecutiva”. In questo caso la Regione sarebbe pronta ad intervenire ma una volta terminate le opere attuali.

“Si chiuderanno quindici anni di tribolazioni – ha concluso Giampedrone – e ne sono passati quasi 19 dalla prima alluvione 'moderna' del 6 novembre 2000. Su questo territorio sono cresciuto, l'ho amministrato e ho combattuto su scelte fatte a suo tempo. Chiudere questa partita e farlo con una prospettiva di sviluppo come quella di San Lorenzo è motivo di grande soddisfazione.
Al sopralluogo odierno insieme al sindaco di Ameglia De Ranieri, ha partecipato anche Ferruccio Rossi amministratore delegato di San Lorenzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News