Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Novembre - ore 21.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Toti inaugura il cantiere, nuovo argine del Magra entro marzo

Il presidente della Regione a Camisano per l'avvio dei lavori sulla sponda destra che saranno realizzati con Sanlorenzo. Giampedrone: "In tre anni abbiamo fatto qualcosa di inimmaginabile".

posti di lavoro e difesa idraulica
Toti inaugura il cantiere, nuovo argine del Magra entro marzo

Sarzana - Val di Magra - “Ci dicono che siamo dei cementificatori ma demoliamo quello che non serve per costruire argini fondamentali per proteggere le famiglie e le imprese”. Così Giovanni Toti, presidente della Liguria che questa mattina ad Ameglia ha dato il primo, simbolico “colpo di benna” al cantiere che entro due mesi e mezzo porterà alla realizzazione del quarto lotto funzionale dell'arginatura del Magra dal ponte della Colombiera fino a Camisano. Qui, a bordo della ruspa, il governatore ha avviato la demolizione della vecchia reception del camping River che lascerà spazio all'argine che metterà finalmente in sicurezza non solo le abitazioni lato monte, ma anche l'area industriale e artigianale.

Un intervento da quasi un milione di euro al quale Sanlorenzo Spa, eccellenza tutta italiana della nautica, contribuirà con i 460mila euro per l'opera arginale, necessaria per l'insediamento di nuovi spazi produttivi che porteranno circa 450 nuovi posti di lavoro (QUI). “Si tratta di un bellissimo esempio di sinergia fra pubblico e privato – ha detto Toti – che porterà centinaia di posti di lavoro e consentirà di mettere in sicurezza l'area, le persone che ci vivono e le aziende.
Con il completamento del lotto 4 – realizzato dalla sarzanese Itec Engineering di Roberto Vallarino – si imboccherà il tratto finale del percorso di completa mitigazione del rischio visto che i rimanenti lotto 2 (4,8 milioni di euro) e lotto 1 (gestito dalla Provincia) saranno appaltati a breve. “In tre anni è stato fatto qualcosa di inimmaginabile – ha sottolineato l'assessore regionale Giampedrone – se penso che questo progetto era fermo dal 2007 e che in tre anni dal nostro insediamento siamo arrivati a questo risultato non posso che essere contento. Siamo riusciti a coniugare difesa del suolo e implementazione industriale, una cosa incredibile in un contesto come questo”.

“Quel tratto era stato disegnato male nel 2007 e per risolvere tutti i problemi ci sono voluti dieci anni. La Regione ha avuto il merito di aver messo allo stesso tavolo proprietà del campeggio, Sanlorenzo e Comune, trovando una soluzione in tempi molto più stretti. Con lotto 4 e lotto 1 chiudiamo finalmente la nostra parte di difesa del suolo e mitigazione del rischio – concludono il sindaco di Ameglia De Ranieri e l'assessore Bernava – ora possiamo stare tranquilli. Questa è un'opera importantissima perché in due mesi e mezzo avremo il nuovo argine in un 2019 nel quale chiuderemo anche altri progetti dedicati alla difesa del suolo. Quella di oggi è una giornata importante”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News