Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 24 Giugno - ore 20.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia
Ballottaggio Elezioni Comunali Sarzana 2018 Sezioni 0 di 25 Ultimo aggiornamento: 24/06/2018 22:04:39

Sarzana capitale della memoria e dell'impegno di Libera

Il prossimo 21 marzo la città ospiterà la giornata dedicata alle vittime innocenti delle mafie. Attese più di duemila persone.

Sarzana capitale della memoria e dell'impegno di Libera

Sarzana - Val di Magra - E' stato un percorso quasi naturale quello che ha portato alla scelta di Sarzana come piazza principale in Liguria per la ventitreesima edizione della Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, promossa in tutta Italia il prossimo 21 marzo da Libera con Avviso Pubblico e Rai - Responsabilità sociale e sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica.
Un appuntamento che a livello nazionale vivrà il suo fulcro a Foggia mentre nella nostra regione porterà la lettura dei nomi delle vittime innocenti nella città che ha pianto Dario Capolicchio nella strage di via dei Georgofili, che negli ultimi due anni ha visto nascere altrettanti progetti di riutilizzo sociale di beni confiscati e che – come accertato di recente anche dalla Dia – ha una locale di 'ndrangheta. Temi che caratterizzano anche l'attività del presidio locale e provinciale di Libera, con i suoi giovani e attivissimi membri che da tempo lavorano alla preparazione di un giornata che sarà accompagnata dallo slogan “Terra. Solchi di verità e giustizia” e che richiamerà oltre duemila persone, la maggior parte delle quali degli istituti scolastici.

“Nel 25esimo anniversario della morte di Dario Capolicchio ci sembra doveroso portare la manifestazione regionale a Sarzana – spiega il referente regionale di Libera Stefano Busi – questo territorio vive problematicità storiche ma anche due esperienze positive come Quarto Piano e villa di via Ghigliolo, beni confiscati e riutilizzati. Per noi 21 marzo è come un momento di chiusura di un percorso, e di avvio di un altro – aggiunge – quello che ci sta conducendo qui è caratterizzato da moltissime iniziative che toccano tutta la regione e che testimoniano un impegno quotidiano e non episodico. Posso dire che qui è stato fatto con grande impegno e passione un lavoro che è coinciso anche con la nascita di Libera in Liguria”.

“Sarà una giornata lunga ed impegnativa – sottolinea il referente provinciale Marco Antonelli – l'idea è quella di ripercorrere il senso del percorso di memoria e impegno che Libera cerca di portare avanti da anni. Il corteo della mattina sarà dedicato alla memoria e culminerà con la lettura dei nomi delle vittime, un modo per ricordare le storie di quelle persone. L'impegno lo racconteremo invece con i seminari del pomeriggio, un momento di approfondimento per capire il fenomeno e parlare di mafie ma anche di sistemi criminali e corruttivi. In visite guidate, laboratori e incontri saranno coinvolte tutte persone del territorio – afferma – compreso Dario Vergassola che concluderà la giornata intervenendo in collegamento in un appuntamento più dissacrante che si terrà al Lavoratorio Artistico”. Evento quest'ultimo che sarà trasmesso anche in diretta su Radiorogna.it

Ma a breve distanza dalle prossime elezioni amministrative la giornata del 21 avrà un significato ancora più importante. “Abbiamo pensato – conclude Antonelli - che potesse essere anche per la politica locale un'occasione per confrontarsi su questi temi. Libera in questi ha interloquito con molte amministrazioni del territorio invitando tutti a fare attenzione a questi temi creando occasioni di dibattito e discussione”.

La rete di Libera in Liguria arriva alla Giornata di Sarzana al termine di un cammino cominciato mesi fa e proseguito con 18 incontri pubblici, 17 momenti di formazione interna, 7 spettacoli teatrali, 6 cene, 284 ore di attività laboratoriale in 54 classi, 46 scuole coinvolte. Cifre che sintetizzano i “Cento Passi”, fatti dall'associazione da novembre 2017 ad oggi, verso il 21 marzo 2018.

PROGRAMMA - 21 MARZO 2018
Programma manifestazione, ore 9.30 - 12.30
Ore 9.30: ritrovo corteo presso Piazza Don Dino Ricchetti

Ore 11.00: arrivo del corteo in Piazza Matteotti, lettura dell’elenco dei nomi delle vittime innocenti di mafia e interventi dal palco

Programma seminari, ore 15.00 - 17.00
- “Non solo mafie: reti criminali e corruttive in Liguria” presso Casa della Salute (ex Ospedale San Bartolomeo, Via Paci 1)
Ospiti: Michele Di Lecce (ex Procuratore Genova), Sandro Sandulli (DIA Genova), Alberto Lari (Procuratore Imperia), Francesco Cozzi (Procuratore Genova), Rossella Soffio (Procura La Spezia)
Modera: Stefano Busi (Libera Liguria)
Tipologia: tavola rotonda per pubblico a partire dalle scuole superiori

- “Liguria, terra nella Terra: riflessioni e pensieri sulla tutela dell’ambiente” presso I Fondachi, Via fondachi 40
Ospiti: Gianluca Valerio (Comandante Carabinieri La Spezia), Santo Grammatico (Legambiente Liguria), Giovanni Soldini (velista)
Modera: Marco Antonelli (Libera La Spezia)
Tipologia: tavola rotonda per pubblico a partire dalle scuole superiori;

- “Nomi e numeri dei beni confiscati” visita guidata al “Quarto Piano” in Via Landinelli 42.
Intervento a cura di Francesco Baruzzo sulla storia del bene confiscato e del progetto di riutilizzo, con un focus sulla situazione attuale dei beni confiscati in Italia.
Tipologia: Visita guidata per gruppo di massimo 30 persone

- “Nomi e numeri dei beni confiscati” visita guidata a “Ghigliolo Terre Libere”, in Via Ghigliolo Alto 32.
Intervento a cura di Marco Lorenzo Baruzzo sulla storia del bene confiscato e del progetto di riutilizzo, con un focus sulla situazione attuale dei beni confiscati in Italia.
Tipologia: Visita guidata per gruppo di massimo 30 persone

- Laboratori (5) per classi delle scuole elementari e medie inferiori. Tema: La strage di Via dei Georgofili presso Istituto Parentucelli-Arzelà (Piazza Don Richetti)
[Nello stesso luogo sarà allestita una mostra sulle vittime innocenti di mafia, “900 nomi”, realizzata in collaborazione con COOP Liguria]
Tipologia: Laboratori per classi di scuole elementari e medie inferiori

- Proiezione film “Noi e la Giulia” e dibattito presso Cinema Italia (Via Dietro il Teatro) a cura di Paolo Rissicini
Tipologia: Film per classi di scuole medie inferiori

Appuntamento conclusivo, ore 17.30 - 19.00
“Mafia: diversificare, destagionalizzare, valorizzare” presso Lavoratorio artistico, Via dei Giardini 20
Incontro dissacrante a cura di Niccolò Re. Con la partecipazione, in collegamento, di Dario Vergassola

Necessaria l’iscrizione ai seminari: www.liberaliguria.it


Il video con Dario Vergassola

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News