Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 27 Ottobre - ore 18.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Recovery fund e legname spiaggiato, Parco presenta progetto di bacino

Entro fine mese l'ente illustrerà i suoi nove punti per la mitigazione del rischio idraulico e del materiale 'flottante'. Tedeschi: "Ci sono tutti i requisiti per interventi simultanei e la risoluzione di annosi problemi".

discariche, scarichi e ricollocazioni
Recovery fund e legname spiaggiato, Parco presenta progetto di bacino

Sarzana - Val di Magra - Il Parco di Montemarcello Magra e Vara presenterà a fine mese alla Comunità e ai sindaci il progetto per la mitigazione degli accumuli di legname che ad ogni mareggiata vengono depositati sui litorali di Sarzana e Ameglia e che oltre a creare disagi hanno anche un costo annuale non indifferente. Ma nell'agenda dell'ente ancora guidato dal commissario Tedeschi, c'è anche un'idea più ampia che guarda all'Europa e al 'Recovery fund'.

“Abbiamo tutti i requisiti per un grande progetto di bacino – spiega Tedeschi – che consenta di svolgere interventi simultanei e affrontare problemi mai risolti. Abbiamo ad esempio identificato una media di 400 scarichi abusivi per ogni comune spondale e impianti di depurazione ormai obsoleti, viviamo da anni con la spada di Damocle dell'inquinamento della falda idropotabile a causa delle 43 discariche stimate in alveo, e abbiamo la necessità di dare una spinta ulteriore e definitiva alla ricollocazione delle aziende incompatibili. A tutto questo – sottolinea – si aggiunge il bisogno di inquadrare il problema della pulizia del fiume che si ripete ogni anno e che in questi giorni hanno nuovamente sollevato anche i sindaci di Sarzana e Ameglia. Stiamo ultimando i documenti dei nove punti che a breve presenteremo alla comunità del Parco e agli amministratori, con l'obiettivo di coinvolgere tutte le realtà interessate per quello che deve essere un intervento ordinario, straordinario e di monitoraggio rappresentando un avvio di “parco interregionale” visto che in termini di bacino coinvolgerebbe anche la Toscana. Il Magra – osserva ancora – può essere il paradigma di interventi nazionali e questo proposito abbiamo scritto ai deputati spezzini, ma anche a Toti e Peracchini per Regione e Provincia, affinché pongano al centro questi problemi”.

“Il progetto finalizzato alla mitigazione del problema dei detriti sulle spiagge – prosegue il direttore Perfetti – senza spendere di più di quello che ogni anno viene investito aspettando che il rischio si manifesti. Spendere nella prevenzione significherebbe anche sviluppare un'economia legata alla gestione forestale e all'uso, ad esempio, delle biomasse in aree interne ad economia debole”. “Con strumenti ordinari – conclude Tedeschi – il problema non è stato risolto, proviamo con uno strumento straordinario che ci permetta di passare dalle parole ai fatti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News