Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 06 Marzo - ore 20.00

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Quattro cause perse dal Comune, debito fuori bilancio in consiglio

Nella seduta sarzanese del 9 febbraio sarà discussa anche la pratica relativa ai pronunciamenti del Tribunale. Fra questi anche la causa vinta da una dipendente di Palazzo Roderio.

Oltre 46mila euro
Comune di Sarzana

Sarzana - Val di Magra - Fra i punti all'ordine del giorno del prossimo consiglio comunale di Sarzana – in programma il 9 febbraio – c'è anche il riconoscimento e il finanziamento di debiti fuori bilancio dell'area legale per un totale di 46.796 euro, derivanti da quattro cause perse dall'ente.
In caso di sentenze esecutive infatti la convocazione dell'assemblea cittadina per l'adozione dei provvedimenti di riequilibrio deve essere disposta immediatamente e in ogni caso in tempo utile per effettuare il pagamento nei termini di legge ed evitare così ulteriori oneri a carico delle casse comunali.
Tre delle quattro sentenze – tutte emesse fra giugno e novembre 2020 per fatti avvenuti fra il 2015 e lo scorso anno – riguardano sinistri stradali accaduti a privati cittadini nei quali l'ente è stato ritenuto responsabile mentre l'ultima, e più spinosa, riguarda il contenzioso con la dipendente comunale Redenta Sironi. Questa difesa dall'avvocato Tortorelli, era stata destinataria di un provvedimento disciplinare – sospensione dal servizio e dalla retribuzione per dieci giorni – dopo la pubblicazione di un post su una chat di Whatsapp relativa ad una richiesta di accesso agli atti e all'operato del presidente del consiglio e del segretario comunale.
Il procedimento era stato quindi aperto da quest'ultimo per “violazione del dovere di fedeltà e leale collaborazione del pubblico dipendente nei confronti del suo datore di lavoro e le conseguenti ricadute sul vincolo fiduciario”. Iter ritenuto invece “nullo” il 20 novembre scorso dal Giudice del lavoro per un vizio che oltre all'annullamento della sospensione ha portato anche alla condanna per l'ente al pagamento delle spese legali.

In attesa del passaggio in commissione bilancio e poi nella seduta di martedì, la pratica ha già avuto parere favorevole dai revisori dei conti che hanno ricordato il ruolo del Consiglio Comunale che “non è quello di riconoscere la legittimità del debito che è già stata verificata in sede giudiziale, bensì di ricondurre al sistema di bilancio un fenomeno di rilevanza finanziaria maturato all'esterno di esso, nonché quello di accertare le cause che hanno originato l'obbligo, con le consequenziali ed eventuali responsabilità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News