Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Gennaio - ore 17.03

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Porte aperte alla base di Luni per i 50anni del Gruppo Elicotteri | Foto

Fino alle 16 sarà possibile visitare gratuitamente la base Maristaeli in occasione delle celebrazioni della nascita del 5 Gruppo.

Orgoglio della Marina Militare
Porte aperte alla base di Luni per i 50anni del Gruppo Elicotteri

Sarzana - Val di Magra - Pacifico “assedio” di famiglie e appassionati stamani alla Stazione Elicotteri di Luni, aperta al pubblico per tutta la giornata in occasione delle celebrazioni per i primi 50 anni di attività del Quinto gruppo Elicotteri. Un'eccellenza della Val di Magra festeggiata formalmente ieri con la cerimonia alla quale hanno preso parte tutti i vertici della Marina Militare, autorità locali civili e militari ma soprattutto una folta rappresentanza di veterani di volo.
Quella odierna è invece un'occasione dedicata alla cittadinanza, con l'apertura degli hangar e dei mezzi impegnati principalmente in operazioni di volo. Fino alle 16 sarà infatti possibile vedere da vicino attrezzature, memorabilia ed equipaggiamenti, ma soprattutto salire a bordo degli elicotteri le cui prestazioni, caratteristiche e peculiarità vengono illustrate dal personale della base che sta guidando i visitatori all'interno del percorso allestito per questa giornata.

Il 5° Gruppo Elicotteri viene costituito il 1° novembre del 1969 sulla base di Luni Sarzana. L’iniziale dotazione di elicotteri consiste in due AB 47J “Jota” ricevuti pochi giorni prima della costituzione (21 ottobre 1969) e ceduti direttamente dall’allora “MariEliport Catania” che nel frattempo era in fase di conversione sul nuovissimo “Sea King”. Il 5° Gruppo prende vita con una ristretta aliquota di personale (tre Ufficiali Piloti, un Ufficiale Tecnico e venti Sottoufficiali Specialisti) ed in pochi mesi amplia la rosa dei mezzi a disposizione con l’arrivo di due AB 47G e tre SH 34J. Nel giugno del 1971 viene consegnata Bandiera di Combattimento dalle sezioni ANMI (Associazione Nazionale Marinai d’Italia) di Crema e Sarzana, quasi contestualmente alla consegna dei primi AB 204AS. Il nuovo assetto del 5 Gruppo, che di fatto impiega 4 differenti linee di volo, evidenzia notevoli difficoltà logistiche aggravate dall’obsolescenza di alcuni aeromobili non più validi sotto il profilo dell’impiego operativo navale. Per quanto precede, nel 1972, avviene la definitiva alienazione delle linee AB 47G e J con la consegna, nel novembre dello stesso anno, degli ultimi “Jota” all’Arma dei Carabinieri. La data del 1976 rappresenta, con la consegna dei primi AB 212 ASW/ASuW, il momento in cui il 5° Gruppo Elicotteri inizia ad assolvere il compito istituzionale di supporto tecnico degli aeromobili imbarcati sulle Unità della Squadra Navale. Gli SH 34J “Seabat” vengono prioritariamente utilizzati in supporto alle prime missioni sperimentali degli Incursori della Marina, mentre gli AB 204AS nella lotta Antisommergibile. A partire dal 1979, in seguito alla radiazione degli ultimi tre esemplari di “Seabat” e alla quasi contemporanea cessione al Corpo dei Vigili del Fuoco degli AB 204AS, avviene il definitivo passaggio all’unica linea di volo formata da 20, ben più moderni, AB 212 ASW/ASuW.
Tale assetto rappresenta “la spina dorsale” dell’Aviazione Navale per gli anni a venire, la flessibilità d’impiego e la relativa semplicità di manutenzione gli hanno permesso di partecipare in maniera attiva ai compiti istituzionali della Squadra Navale quali la lotta antisommergibile, la lotta antinave e la sorveglianza delle Unità Navali del Blocco Sovietico durante la Guerra fredda.
Oggi il 5° Gruppo elicotteri è dotato dei nuovi SH-90A ed MH-90A, Il 3-04 è stato il primo di una nuova generazione di elicotteri che a partire dal 15 giugno 2011 hanno raccolto la lusinghiera eredità lasciata dalla linea AB 212 per subentrare in maniera definitiva nel 2014.
L’SH-90A è un elicottero medio pesante sviluppato dal consorzio internazionale “NH Industries” con lo scopo di assicurare alla flotta una versatilità strategica ed una flessibilità operativa non comuni, costruito con impiego di materiali all’avanguardia e primo nel suo genere ad utilizzare la tecnologia “Fly By Wire”. E’ dotato, tra i vari sensori di bordo, di un radar di scoperta di superficie e di un sistema di localizzazione subacquea composto da un sonar ed un lanciatore di boe sonore. Può essere armato con siluri MU-90 e missili antinave Marte MK2/S. Nel gennaio 2017 il Gruppo di Volo riceve infine i primi esemplari di MH-90A, variante del SH-90A, specificamente ideata ed impiegata per attività di eliassalto marittimo e supporto alle operazioni speciali, condotte in sinergia con il Comando Subacquei ed Incursori e la Brigata Marina San Marco.
Dalla sua costituzione il Quinto Gruppo ha volato per circa 90000 ore di volo ed è stato impegnato in missioni di lotta anti sommergibile, anti nave ed eliassalto, operando principalmente sul mare e dal mare da bordo delle Unità della Squadra Navale. Ha svolto missioni reali di sorveglianza marittima nel Mediterraneo, nonché le principali missioni internazionali in Golfo Persico, Somalia, Iugoslavia, Albania, Libano, Afghanistan e svariate richieste di intervento a favore della popolazione civile per missioni di ricerca e soccorso (SAR), evacuazione medica (MEDEVAC) e di supporto alla protezione civile. Negli ultimi anni il Quinto Gruppo Elicotteri è stato intensamente impegnato nelle principali Operazioni Navali condotte dalla Marina Militare quali Mare Nostrum, Mare Sicuro, Eunavfor -Atalanta ed Eunavformed -Operazione Sophia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News