Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Marzo - ore 22.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Piazza Martiri, il Comitato: "Siamo alla parodia della partecipazione"

Intervento del Comitato Sarzana che Botta!

Piazza Martiri, il Comitato: "Siamo alla parodia della partecipazione"

Sarzana - Val di Magra - Riceviamo e pubblichiamo

Ora diranno che è Carnevale e, come tutti sanno da secoli, a Carnevale ogni scherzo vale.
Dunque consideriamo uno scherzo la convocazione da parte del presidente Luca Spilamberti della Commissione territorio del Consiglio comunale di Sarzana per martedì 19 alle ore 17,30. Primo punto all’ordine del giorno “Petizione ai sensi dell’art. 40 dello statuto comunale in merito all’intervento in piazza Martiri ex Laurina. Presentata da Associazione civica Sarzana in Movimento” prot. 556/20129 ed integrazione prot. “.
Della petizione del Comitato Sarzana, che botta!, protocollata il 12 dicembre col numero 48908/2018, nessuna traccia. Così come non c’è traccia dell’integrazione inviata il 7 gennaio per denunciare la violazione della legge urbanistica nazionale per la distanza tra i palazzi, inferiore ai dieci metri. Porta il numero di protocollo 747/2019.
'Sarzana in movimento' ha presentato una petizione, ma sulle barriere architettoniche. Numero di protocollo 3997/2019. Al di là del pasticcio di nomi e numeri, c’è la sostanza. Lo Statuto comunale all’articolo 40, richiamato nella convocazione della commissione, prevede per le associazioni iscritte all’albo comunale la possibilità di rivolgere istanze e petizioni al Consiglio comunale, alla giunta o al Sindaco con riferimento ai problemi d’interesse collettivo, nonché di proporre deliberazioni nuove o di revoca delle precedenti. Al comma 2 dispone: “Gli organi competenti provvedono a deliberare nel merito entro 60 giorni”. Il termine statutario dunque è scaduto il 10 febbraio scorso. Le commissioni non hanno potere deliberante. Non vogliamo pensare a un mezzuccio per evitare il dibattito in consiglio comunale. Dopo la parodia della trasparenza, che va in scena da mesi con la sfilza di pareri legali segreti espressi da avvocati segreti, si cadrebbe nella parodia della partecipazione. Certamente è un’ulteriore perdita di tempo per non decidere, mentre il palazzo cresce. Ribadiamo la richiesta di dibattito in Consiglio comunale a termini di Statuto. Vale la pena ricordare che “quelli di prima” con l’ultimo presidente del consiglio comunale Damiano Lorenzini avevano iniziato a portare in consiglio le petizioni, interrompendo una decennale tradizione oscurantista.

Comitato Sarzana che Botta!

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News