Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 17 Giugno - ore 21.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Nuova scuola e 'civic center', ecco il nuovo plesso Poggi-Carducci | Foto

Presentato l'avveniristico progetto che costerà 13,1 milioni e sarà realizzato in due anni.

i dettagli
Nuova scuola e 'civic center', ecco il nuovo plesso Poggi-Carducci

Sarzana - Val di Magra - Potrebbe essere pronto entro il 2022 il nuovo plesso scolastico delle Poggi-Carducci di Sarzana illustrato oggi a Palazzo Roderio da sindaco e giunta alla presenza del presidente della Regione, l'assessore regionale alle infrastrutture e i progettisti. Non solo uno studio, ma un vero e proprio progetto di fattibilità tecnico economica che è stato consegnato nei giorni scorsi al comune di Sarzana e che immediatamente l'amministrazione comunale sarzanese ha utilizzato per richiedere per richiedere il contributo finanziario ai sensi della L. 128/13 "Edilizia scolastica" triennale.

Un progetto complesso e innovativo per una scuola nuova, moderna, sicura, pensata per le giovani e future generazioni: prosegue quindi in coerenza con quanto annunciato il percorso delle amministrazioni regionale e comunale per dotare Sarzana di una nuova struttura che possa sostituire l'attuale plesso Poggi-Carducci.
Il progetto, commissionato dalla Regione ad IRE ed elaborato in collaborazione con la società GP Project di Milano, segue lo studio di fattibilità già elaborato a fine dicembre come “caso pilota” regionale scelto dalla giunta per l’elaborazione di un progetto pilota di adeguamento alla normativa anti-sismica degli edifici scolastici cittadini.  Sarzana è diventata così un caso campione in Liguria per la definizione di uno studio innovativo, in quanto rappresentativo di un possibile approccio alla razionalizzazione della gestione dell’edilizia scolastica e di una metodologia replicabile in contesti analoghi. L’attività di IRE SpA, su indicazione della Regione Liguria, è quindi proseguita con la redazione, d’intesa con il Comune, del progetto di fattibilità tecnico economica del progetto di sostituzione edilizia dell’intero plesso scolastico Poggi-Carducci e di riqualificazione urbana di tutta l’area interessata.

Il progetto è articolato in due lotti (ciascuno della durata di realizzazione di un anno) con un blocco centrale a cui sono collegati a nord la scuola primaria e a sud quella secondaria. Nel blocco centrale, al piano terra, con accesso da un grande
atrio, sono previste palestra, mensa con locali di servizio e un piccolo bar, mentre al primo piano la biblioteca e uffici. Nell’ala adiacente, invece, una grande aula magna e uno spazio polifunzionale con terrazzo.
Si tratta di un vero e proprio civic center (con spazi verdi e aperti) che sarà il cuore pulsante e vivo del plesso scolastico, con funzioni che uniscono cultura e insegnamento. L’obiettivo sarà quello di donare alla città degli spazi flessibili da utilizzare durante tutto l’anno e ad ogni ora del giorno, sia per gli studenti che per tutta la cittadinanza. Tutti questi luoghi saranno di uso comune alle scuole e utilizzabili dagli utenti anche in orario extra scolastico.
Il progetto prevede spazi per oltre 5mila metri quadri al piano terra e 3200 al piano primo, oltre a un piano interrato di quasi 1000. Il totale raggiunge quota 9200 metri quadri, di cui 3200 dedicati al civic center, 1700 alla scuola primaria, oltre 3300 alla scuola secondaria di primo grado e quasi 1000 agli spazi per depositi e archivi.
La scuola primaria ospiterà un totale di 375 alunni divisi in 15 classi e 3 sezioni, la secondaria 600 studenti divisi in 24 classi e 8 sezioni, per un totale di 975 studenti.
Gli spazi didattici prevedono: a nord le due ali della scuola primaria con al piano terra 15 aule didattiche da circa 50 metri quadri l’una e 4 aule interciclo di circa 80 metri quadri l’una e 2 uffici dirigenziali. A sud le due ali saranno dedicate alla scuola secondaria di primo grado. Al piano terra sono previste 6 aule didattiche da circa 50 metri quadri l’una, 7 aule per attività speciali (laboratori) di dimensioni variabili, 1 aula per attività musicali da circa 100 metri quadri, 2 aule per attività parascolastiche da circa 50 metri quadri l’una, 2 uffici dirigenziali. Al primo piano invece 18 aule didattiche da circa 50 metri quadri l’una e 1 aula per attività speciali (laboratori) da circa 280 metri quadri.

Il progetto, che costerà complessivamente 13,1 milioni di euro (36% Comune, 19% Conto Energia, 45% Regione) poterà a Sarzana una struttura, antisismica ed ecosostenibile: si tratta infatti di un edificio con consumo energetico “quasi pari a zero”, con strutture portanti prefabbricate in legno e coibentazioni
ottenute da derivati naturali degli scarti della produzione agricola. Oltre a questo, è stato
studiato per rispondere al meglio alle esigenze della didattica: il progetto rispetta in pieno
infatti gli indirizzi dettati dalla Linee Guida MIUR 2013. Infine si tratta in tutto e per tutto sicuro, tanto da poter ospitare anche il Coc, un polo di aggregazione culturale, che verrà vissuto e sfruttato dall’intera città, che riqualificherà e rigenererà tutto il quartiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News