Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Maggio - ore 12.51

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

No biodigestore: "Conclamata volontà di sinergia fra amministrazione e comitati"

all'indomani dell'assemblea

Sarzana - Val di Magra - Esprimiamo grande soddisfazione in merito all'incontro tenutosi ieri sera tra alcuni nostri rappresentanti e il Sindaco di Santo Stefano Magra Paola Sisti.
L'incontro, organizzato in pochi giorni a seguito di un'assemblea pubblica del coordinamento, ha visto un importante e significativa partecipazione popolare: in più di 400 persone hanno affollato il salone dell'ex Ceramica Vaccari, e questo é solo un primo segnale di quanto il "No al biodigestore a Saliceti" sia sentito e supportato dai cittadini.
Ringraziamo il Sindaco Paola Sisti per aver accettato la proposta proveniente da noi comitati di avvalersi della competenza di figure professionali che con la loro effettiva esperienza in materia "digestore" rappresentano un'ulteriore garanzia in questa intricata vicenda. Santo Stefano ha finalmente conclamato la volontà di una sinergia tra coordinamento dei comitati "no biodigestore Saliceti" ed amministrazione comunale tutta con un comune obbiettivo: impedire ad ogni costo la realizzazione del biodigestore a Saliceti.

Durante l'incontro é stato trattato anche il tema dell'inchiesta pubblica votata dalla Regione Liguria e riteniamo necessario chiarire ai nostri amministratori regionali che non abbiamo intenzione di partecipare a questa ennesima presa in giro. Non siamo disposti a farci strumentalizzare da chi vuole mettere i territori di Santo Stefano, Vezzano ed Arcola uno contro l'altro e scaricare su di noi scelte amministrative scomode. Quello che chiediamo alla Regione é la riapertura della procedura di pianificazione, come previsto dalla legge, che porti a un nuovo Piano dei Rifiuti con una nuova Vas su scenari alternativi sia di locazione che di tecnologia da utilizzare.
Invitiamo la popolazione a tenersi informata tramite la pagina Facebook 'No Biodigestore Saliceti' sulle future iniziative volte a fermare la realizzazione dell'impianto e a stendere un drappo bianco con scritto 'no biodigestore Saliceti' dalle proprie abitazioni per rimarcare il nostro dissenso.

Quello di Santo Stefano é un territorio già aggredito dalla presenza del compattatore (cdr) e da una pesante e difficoltosa convivenza con retroporto e container. Ma a rischio non sono solo i santostefanesi che potrebbero subire un ulteriore aumento di traffico di mezzi pesanti ed emissioni odorigene (puzza), a rischio c'é anche la possibile svalutazione di case, terreni, attività commerciali e lavorative e un bene comune come l'acqua, visto che il possibile inquinamento delle falde acquifere può compromettere i pozzi di Fornola che forniscono l'acqua che esce dai rubinetti di quasi tutti i comuni della provincia. Inoltre la vicinanza (circa 20 metri) alla zona Parco e al fiume aumentano il rischio di criticità sulla sponda sinistra.

Coordinamento dei comitati No Biodigestore Saliceti

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News