Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 24 Settembre - ore 19.28

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Molicciara accoglie i duecento del pellegrinaggio mariano

Molicciara accoglie i duecento del pellegrinaggio mariano

Sarzana - Val di Magra - Circa duecento persone hanno partecipato al pellegrinaggio mariano del primo sabato del mese, che oggi stamattina ha raggiunto la chiesa parrocchiale del Sacro Cuore a Molicciara. Il pellegrinaggio è stato presieduto dal vicario diocesano, mons. Enrico Nuti, in quanto il vescovo Palletti era impegnato a Genova ad un convegno, come delegato dei vescovi liguri per la vita consacrata.
Commentando il vangelo del giorno, che parlava delle apparizioni di Gesù risorto ai discepoli, Nuti ha sottolineato la difficoltà degli apostoli di capire ed accettare la risurrezione di Gesù non solo come ritorno alla vita normale, ma come ingresso ad una vita di gloria, nella pienezza di Dio. «Anche noi – ha sottolinato il vicario - facciamo le stesse fatiche degli apostoli».
Ma perché in queste apparizioni Maria non è mai citata?  «Perché, avendo partecipato alla passione, non dubita della risurrezione del figlio. Appena risorto Egli è apparso alla madre, che con la sua purezza di sguardo lo ha subito riconosciuto. Maria si abbandona in modo filiale alla parola di Dio. Nell’affidamento interiore sta tutta la sua grandezza.  Per questo ci rivolgiamo a lei come madre».
Per gli apostoli il percorso è più difficile, tanti sono gli ostacoli. «Il nostro cuore non è mai purificato dai vizi, e il mondo vive in una logica diversa dalla fede. Il mondo ci impaurisce, e ci fa ritenere la fede una nostra scelta, mentre essa è la verità che regge il mondo».
«La risurrezione non è solo un evento del passato, ma un evento che noi oggi siamo chiamati a scoprire nella Chiesa, a riconoscerlo insieme, come avvenne per i due discepoli di Emmaus».
«E, come per gli apostoli, anche per noi oltre al cammino c’è il mandato missionario. Non basta un percorso interiore. Dobbiamo giungere all'annuncio. Ognuno secondo la vocazione che ha ricevuto. Ma ciascuno con le sue parole ed esperienze ha da testimoniare che il Signore è risorto, che l'ultima parola non è la morte, ma l'ingresso nella vita piena. Quando ci muoviamo con questa ampiezza stiamo sicuri che il Signore risorto si manifesterà anche a noi, come a Maria».
Mons. Nuti ha ricordato infine che domani, domenica della Divina Misericordia, sarà grande festa per l’ordinazione in cattedrale alla Spezia di tre nuovi sacerdoti: don Alessio Batti, don Stefano Ricci e don Emilio Valle.
Nei saluti finali, il parroco don Andrea Santini ha ringraziato i numerosi partecipanti, tra cui numerosi bambini, sacerdoti, religiosi e autorità civili e militari. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News