Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 15 Dicembre - ore 12.19

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Marinella sicura grazie al Canale lunense, 215mila euro dai liquidatori

Le idrovore storicamente gestite dalla spa passano al Consorzio di Via Paci al costo simbolico di un euro. Giampedrone: "Sicurezza per l'abitato marinellese e per quello di Fiumaretta".

Piogge in arrivo
Marinella sicura grazie al Canale lunense, 215mila euro dai liquidatori

Sarzana - Val di Magra - Gli impianti idrovori della società Marinella spa, come noto attualmente in liquidazione, passano al Consorzio Canale Lunese al prezzo simbolico di un euro nell'ambito di un'operazione diretta dalla Regione che mette in punta di lancia la tutela del territorio e la lotta al rischio idrogeologico. L'iniziativa è stata presentata stamani a Sarzana, alla sede del Canale.

“L'azienda di Marinella – ha esordito l'assessore regionale Giacomo Giampedrone -, in accordo con i Comuni di Sarzana e Fiumaretta e con il Consorzio, storicamente si occupava della gestione di alcune idrovore mantenendo i canali irrigui dell'area. Questo faceva sì che il Canale chiedesse tariffe inferiori all'azienda rispetto al valore del terreno. Parliamo di azioni gestionali e manutentive di alto rilievo pubblico, poiché decisive per tutelare degli abitati di Marinella e Fiumaretta, circa 1.500 persone. Quando la vicenda della società Marinella è arrivata al capolinea, i primi cittadini di Sarzana e Ameglia hanno lanciato l'allarme per il venir meno di questa attività, rivolgendosi anche alla Prefettura. E l'allora sindaco Cavarra aveva minacciato azioni legali. Noi come Regione abbiamo deciso di intraprendere la strada del dialogo – che è l'unica possibile -, organizzando un tavolo attorno al quale si sono seduti la Marinella con i suoi liquidatori, il Canale lunense e i due Comuni. Dopo tre riunioni e alcuni sopralluoghi tecnici, ecco che abbiamo trovato una soluzione, cioè il passaggio – direi storico - delle idrovore, e della gestione delle stesse, dalla società al Canale lunense, che stiamo traghettando verso qualcosa di più rispetto alle mansioni legate a irrigazione e bonifica. L'ente infatti è sempre più parte attiva nella difesa del suolo e nel contrasto al rischio idrogeologico. Spesso si è rivelato una sorta di efficace 'braccio' armato della Difesa del suolo regionale. E ora il passaggio delle idrovore al Canale consente di affrontare a dovere la stagione delle piogge”. L'assessore martedì sarà a Roma, dove incontrerà il ministro dell'Ambiente Costa. Potrebbero uscirne, ha spiegato, risorse aggiuntive per le manutenzioni ordinarie del territorio ligure.

“Le idrovore – ha dichiarato Massimo Morachioli, presidente del Consorzio Canale Lunense, affiancato dal direttore Corrado Cozzani - ci vengono cedute al costo simbolico di un euro. Alla sottoscrizione del preliminare di questa intesa, la Marinella ci corrisponderà circa 107mila euro, cioè la metà dei pagamenti arretrati che la società ci deve. Alla sottoscrizione dell'atto conclusivo, arriverà l'altra metà. Il percorso si concluderà a breve, entro fine anno, anche perché ci sono 300mila euro di Psr ancora da aggiudicare e noi vorremmo concorrere proponendo un progetto che già contempli il passaggio definitivo delle idrovore. Siamo di fronte a un ottimo accordo, fatto per il bene della collettività e che consente altresì al Consorzio di incamerare una somma, circa 215mila euro, pari a circa un sesto del suo bilancio complessivo. Ci fa inoltre piacere di essere individuati come 'ente delle acque': metteremo in campo tutta la nostra professionalità per la tutela del territorio, sperando in una futura rinascita di Marinella”. La gestione delle idrovore marinellesi non dovrebbe comportare nuove assunzioni: con ogni probabilità sarà sufficiente ricorrere all'attuale organico del Consorzio, che conta su sedici operai. Ma, come spiegato dal presidente Morachioli, assunzioni potrebbero arrivare in caso di accordi con altri Comuni sempre per operazioni di manutenzione e tutela.

“Sono grata a Regione e Canale Lunense – ha dichiarato il sindaco di Sarzana Cristina Ponzanelli -. Appena mi sono insediata la preoccupazione per il rischio idrogeologico nell'area di Marinella è stata massima. Ora arriviamo a questa soluzione che scongiura le paure, speriamo di poter andare avanti a collaborare in questo senso. E se parliamo di Marinella, parliamo di litorale: tra poco in consiglio approderà il Pud, che consentirà ai balneatori di accedere a finanziamenti sempre preclusi in passato. Inoltre, stiamo lavorando per abbandonare il contenzioso sul Piano particolareggiato delle spiagge. Vogliamo interrompere l'immobilismo che ha bloccato il nostro litorale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia





Quanto spenderete per i regali di Natale?



























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News