Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Gennaio - ore 21.30

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La conferenza dei servizi ha deciso: il biodigestore si fa

Si è tenuta stamani in videoconferenza la seduta decisoria. Incassate le autorizzazioni di Provincia e Regione. Agli atti l'opposizione di Santo Stefano e Vezzano.

La scelta

Sarzana - Val di Magra - Via libera al progetto del biodigestore di Saliceti da parte della conferenza dei servizi attivata a livello regionale. In particolare, stamani si è tenuta la seduta finale, la ‘decisoria’, che ha visto Recos, società proponente il progetto, incassare le autorizzazioni di cui hanno competenza la Provincia della Spezia e la Regione Liguria. La conferenza ha altresì ritenuto che Recos abbia adeguato il progetto rispondendo in modo adeguato alle prescrizioni richieste nel corso della precedente seduta della conferenza, dedicata alla compatibilità ambientale. Non sono tuttavia mancati gli interventi dei rappresentanti dei comuni di Santo Stefano Magra e Vezzano Ligure, che hanno ribadito con forza la loro contrarietà al progetto: non è quindi da escludere il palesarsi di ricorsi contro l’autorizzazione rilasciata stamani a conclusione della decisoria in virtù della maggioranza dei pareri favorevoli. L’ok al progetto supera la non vigente non conformità del progetto stesso con il Piano urbanistico comunale di Vezzano, che quindi dovrà andare incontro ad automatica variazione.

Il Comune di Vezzano, a contrasto del progetto Recos, ha rilevato criticità di natura urbanistico-edilizia e viabilistica, nonché perplessità sull’impatto ambientale del presidio. Il Comune di Santo Stefano ha lamentato la mancata presa in considerazione di una serie di temi e rilievi sollevati dalle amministrazioni comunali, toccando ad esempio il tasto dei rischi connessi agli aspetti idraulici e ribadendo di ritenere il progetto un duro colpo per il territorio. Tant’è che la sindaca Sisti, in un intervento social a caldo, ha parlato di una conferenza dei servizi “condotta con arroganza” e di “Provincia e Regione compiacenti e allineate”. Nel corso della seduta, entrambi i Comuni valligiani hanno fatto riferimento alla lettera con cui il ministro Costa ieri ha invitato Toti a tirare il freno sul progetto di Recos per consentire ulteriori approfondimenti: i rappresentanti delle due amministrazioni si sono rammaricati per la mancata presa in considerazione della missiva, che a loro avviso avrebbe dovuto portare a una sospensione del percorso autorizzativo, che invece, come detto, verso l’ora di pranzo odierna è arrivato a coronamento. Con probabili carte bollate all’orizzonte.

Qui la nota diffusa nel tardo pomeriggio dalla Regione

La Conferenza dei Servizi riunita oggi in sede decisoria si è conclusa con un provvedimento autorizzatorio unico regionale sul il progetto dell’impianto di trattamento e recupero della Forsu con produzione di biometano e compost di qualità (biodigestore) in località Saliceti, nel Comune di Vezzano Ligure.
Nel corso della riunione, i tecnici rappresentanti di Regione Liguria, titolari delle valutazioni urbanistiche e paesaggistiche, Provincia della Spezia, Asl5, Autorità di Bacino e Arpal hanno rilasciato le proprie autorizzazioni e nulla osta. In particolare, la Provincia della Spezia ha rilasciato l’autorizzazione integrata ambientale e l’Arpal ha espresso parere favorevole fornendo il piano di monitoraggio e controllo. Il Comune di Vezzano ha invece espresso motivato diniego al progetto mentre il Comune di Santo Stefano Magra ha espresso parere non favorevole.
La procedura complessa era stata avviata nel maggio del 2019 e comprensiva anche di una fase di inchiesta pubblica e di una valutazione di impatto ambientale.
Il pronunciamento odierno della Conferenza dei Servizi sul progetto del biodigestore di Saliceti, un impianto di pubblica utilità, costituisce un passaggio del piano regionale di gestione dei rifiuti che sta trovando una sua progressiva attuazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News