Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Settembre - ore 22.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'appoggio della sindaca, la scelta di don Pietro: le campane tornano a suonare

La vicenda della parrocchia di Santa Caterina.

Il caso
L'appoggio della sindaca, la scelta di don Pietro: le campane tornano a suonare

Sarzana - Val di Magra - Prosegue la vicenda delle campane della parrocchia di Santa Caterina, ('ammutolite' dal parroco don Pietro Cattaneo dopo la lamentela, non la prima, e in questo caso giunta per iscritto fino al vescovo, di alcuni vicini della chiesa. Un gesto che il sacerdote ha adottato non certo per dare ragione ai promotori della protesta, ma in un certo senso per lanciare un segnale e cercare il sostegno della comunità. Monsignor Paolo Cabano, direttore dell'Ufficio liturgico diocesano, ha scritto a don Cattaneo una lettera in cui, per via delle “limitate lamentele pervenute anche a questo ufficio - si legge -, sentito il parere dell'Ordinario diocesano, si riterrebbe opportuno, fatto salvo gli scopi liturgigi, moderare l'uso del carillon allo stretto necessario, ed, eventualmente, tenuto conto del contesto ambientale in cui è collocata la torre campanaria, di sospendere momentaneamente il suono delle ore che, a quanto segnlato, sembrerebbe la causa di maggior disturbo per alcuni vicini”.

E' intervenuta anche la sindaca Cristina Ponzanelli che, ha scritto, “vista anche l'accorata e spontanea reazione della comunità ecclesiale e civile, auspico che il parroco don Pietro Cattaneo reintroduca subito il suono delle campane, quanto all'orologio campanario, tenuto conto anche del favore espresso dagli istanti, quanto al suono liturgico seguendo l'indirizzo di monsignor Cabano e della nostra diocesi”. La prima cittadina nella sua comunicazione ha rilevato che “sono gli stessi istanti nella loro missiva a proporre la funzionalità dell'orologio campanario, dimostrando come lo stesso sia accolto pacificamente non solo dalla comunità ecclesiale, ma anche da quella civile”. Ponzanelli aggiunge che, appunto, l'orologio assolve “a una fondamentale funzione civile peraltro non soltanto per il quartiere di Santa Caterina ma per l'intera collettività e in particolare per il vicino nosocomio, specie in questo periodo di grande sofferenza”.

E stasera le campane, in occasione della messa, sono tornate a suonare. “E' tornata in me quella tranquillità che non avevo più – ha spiegato don Pietro in un video su Facebook -. Da una parte è arrivata l'illuminazione dal vescovo, attraverso le parole di don Cabano, dall'altra è arrivata l'illuminazione delle parole del sindaco, che ha sintetizzato il cuore di quel che hanno voluto comunicare in questi giorni tante persone”. Il parroco, che ha ricordato come sia stata attivata una raccolta firme a sostegno della voce delle campane, ha quindi proceduto, in diretta social, a riattivare i rintocchi, pronti a tornare a scandire le ore e ad accompagnare le funzioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News