Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Marzo - ore 08.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Insetti nei pasti dei bimbi, Asl Toscana ha presentato la relazione

Oggi nuovo vertice con Ponzanelli, personale scolastico e genitori: "Deluse dal comportamento di Asl5"

"Nessun corpo estraneo nei campioni"
Insetti nei pasti dei bimbi, Asl Toscana ha presentato la relazione

Sarzana - Val di Magra - Abbiamo incontrato oggi in comune a Sarzana il sindaco Cristina Ponzanelli, la dirigenza scolastica ISA13, CIR Food, ASL5 per la riunione della Commissione Mensa. L’argomento all’ordine del giorno è stato, naturalmente, l’analisi delle verifiche effettuate a seguito dell’ormai noto episodio del 6 febbraio: queste sono pervenute a seguito delle richieste immediate avanzate in tal senso da parte della commissione mensa e del Sindaco, con conseguente richiesta di accesso agli atti da parte dello stesso sindaco; della contestazione per inadempimento delle condizioni stabilite nel disciplinare di gara CIR avanzate dal sindaco e di verifiche ulteriori all’Asl5.

A seguito della convocazione urgente del sindaco della Commissione mensa il giorno seguente, CIR si era scusata, riconoscendo l'errore e autodenunciandosi all'ASL Toscana di competenza per territorio, chiedendo il suo intervento immediato e un'attenta verifica di tutte le procedure aziendali e di controllo della qualità del suo cibo. Dalla relazione effettuata da ASL Toscana si evince che non è stato trovato alcun corpo estraneo nel campione del pasto test ancora disponibile nel centro cottura, né sono state riscontrate criticità strutturali, impiantistiche e in relazione alle modalità di approvvigionamento delle materie prime presso il centro stesso; è stata tuttavia impartita una prescrizione sulle procedure di lavaggio e mondatura dei prodotti ortofrutticoli freschi.

CIR in questa sede ha messo altresì a disposizione le risultanze delle analisi da lei stessa affidate ad uno studio privato su un campione del pasto prelevato lo stesso 06 febbraio, dopo il palesarsi dell'episodio, presso la scuola di Santa Caterina; dall'analisi si evince “la presenza di insetti appartenenti alla specie Eurydema Ventralis, parassita naturale delle Crucifere e quindi del cavolo”. ASL5 non ha effettuato un controllo della stessa portata, evidenziando lacune nell'applicazione del protocollo previsto in questa tipologia di interventi. Il sindaco anche in questa occasione si è schierato dalla nostra parte con forza senza mancare di mostrarsi molto delusa e irritata da ASL5 per le verifiche non esaustive.

Nei giorni scorsi abbiamo ispezionato, come commissione mensa del consiglio d'istituto, le cucine dove sono preparati i pasti. Abbiamo verificato l'iter applicato, dall'approvvigionamento delle materie prime, al loro arrivo e conservazione in appositi magazzini dove i prodotti vengono catalogati per categoria e provenienza con una netta distinzione tra quello che è di derivazione biologica e non. Abbiamo prestato particolare attenzione agli ambienti e utensili dedicati alla preparazione delle diete speciali e seguito il pasto, dalla sua preparazione alla sua distribuzione. Altri e numerosi controlli, quasi quotidiani, sono stati effettuati presso i refettori delle varie scuole dove continueremo a vigilare per la sicurezza dei nostri figli.

CIR, in ottemperanza a quanto prescritto dall'ASL Toscana e su richiesta esplicita del sindaco Cristina Ponzanelli, ha garantito che:
- verranno implementate le procedure di lavaggio e pulizia dei prodotti ortofrutticoli freschi con l'aggiunta della macchina lava verdura dopo il lavaggio manuale
- verranno emanati provvedimenti disciplinari nei confronti dei dipendenti responsabili dell'episodio
- verranno formalizzate le dovute contestazioni al fornitore della materia prima incriminata
- si procederà ad una nuova formazione del personale addetto
- sarà prevista la fornitura per ciascuna scuola di “pasti scorta”, quantitativi minimi di prodotti a lunga conservazione da poter utilizzare in casi di emergenza
- incremento delle risorse umane addette al coordinamento e controllo del personale

Abbiamo chiesto a CIR un miglioramento sensibile della qualità del cibo offerto, con la garanzia assoluta che a seguito del rispetto delle prescrizioni non possano mai più in futuro verificarsi episodi come quello del 6 febbraio scorso. Siamo fiduciose nei confronti di CIR per quanto da loro presentato e promesso in commissione e ci auguriamo che tali promesse vengano mantenute. Tutte noi, compreso il Sindaco e la dirigenza scolastica ISA 13, siamo invece rammaricate e molto deluse dal comportamento negligente dimostrato da ASL5 La Spezia per la mancata effettuazione di analisi più approfondite che dovevano essere effettuate nell'immediato. Rimaniamo tuttavia in attesa di una
relazione ufficiale sul suo operato. Il nostro impegno nel vigilare ogni giorno e in ogni sede continuerà come anche richiesto dal sindaco con cui teniamo a condividiamo ogni momento di questo percorso.

Il Presidente del consiglio d'istituto – Giovanna Allegretti
Il Presidente della commissione mensa – Tina Caldarelli
Membri della commissione mensa – Laura De Piccoli e Tatiana Magnani

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News