Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Settembre - ore 16.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il dirigente: "Nessun obbligo di mascherina anche al banco"

Fini smentisce le voci di alunni dell'Istituto Comprensivo di Sarzana costretti a indossarle sempre: "Non c'è stata nessuna circolare, le disposizioni restano quelle già comunicate. Se qualcuno decide di tenerla di più non sbaglia".

polemiche dopo il primo giorno
Il dirigente: "Nessun obbligo di mascherina anche al banco"

Sarzana - Val di Magra - “Non c'è nessun obbligo di tenere le mascherine in classe anche quando gli alunni sono seduti al loro posto, le regole sono sempre quelle annunciate nei giorni scorsi” (QUI). Il dirigente dell'Istituto Comprensivo Isa13 di Sarzana Antonio Fini lo ribadisce a CdS a poche ore dalla fine del primo giorno di scuola, accompagnato anche dalle polemiche sollevate da diversi genitori in merito all'utilizzo dei dispositivi di sicurezza in aula. “Ho saputo che ci sarebbe addirittura una 'circolare' con disposizioni diverse da quelle comunicate ma non è così – puntualizza – in tarda mattinata è arrivato solo un chiarimento da parte della Regione sul fatto che l'ordinanza che obbliga ad indossare le mascherine 24 ore su 24 non riguarda gli istituti scolastici. Quando i ragazzi si trovano in una situazione statica possono toglierla, tanti preferiscono non farlo ma questa è una loro facoltà. Purtroppo – aggiunge – ci sono in giro molte bufale e gira una disinformazione spaventosa sulle presunte conseguenze dell'utilizzo prolungato per i bambini e anche oggi sulla nostra pagina Facebook abbiamo riportato il testo della Società Italiana di Pediatria che smonta queste tesi”.

“Nei giorni scorsi abbiamo fatto numerose riunioni telematiche sempre frequentate da una media di 150 persone – ricorda – e abbiamo sempre detto che dobbiamo sempre utilizzare il principio di precauzione, essendo più restrittivi quando sorge un dubbio. Vale per un genitore che la mattina sceglie di tenere a casa il figlio se ha dei possibili sintomi, come per l'insegnante se ritiene che in quel momento non possa essere garantito il distanziamento e quindi sia necessario tenere la mascherina. Questo vale ancora di più in un contesto non favorevolissimo come il nostro vista la situazione degli spazi”.

Il dirigente quindi sottolinea: “I punti cardine della prevenzione sono: protezione, distanziamento e pulizia; la scuola ha il dovere di porre l'accento su tutti e tre, soprattutto in un momento delicato come questo per la nostra provincia. Sono sincero e dopo il primo giorno mi sarei aspettato una critica opposta ovvero che “si poteva fare di più”, ma questa mi fa sorridere. Mi è stato riferito che alle medie i ragazzi si sono comportati molto bene e che parecchi, magari consigliati dai genitori, hanno tenuto la mascherine anche al banco e questo sicuramente non può avergli fatto male. Tra l'altro non c'è obbligo di toglierla ma al massimo di abbassarla per poi alzarla quando ci si sposta visto che il distanziamento è garantito solo stando al banco. Questa – conclude Fini – è una fase in cui la scuola si 'reinventa' ed è quindi pronta a raccogliere tutte le osservazioni sensate dei genitori”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News