Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Novembre - ore 19.45

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Festa "livedaldivano" per il Cardinal Maffi con Gabbani, sindaci e operatori

Anche il cantante nei giorni scorsi ha mandato il suo saluto a ospiti e personale della struttura di Castelnuovo che ha affrontato e superato l'emergenza Covid.

dopo il focolaio covid
Festa "livedaldivano" per il Cardinal Maffi con Gabbani, sindaci e operatori

Sarzana - Val di Magra - Sono arrivati anche i saluti e i complimenti di Francesco Gabbani per il personale della residenza psichiatrica Olmarello della Fondazione Cardinal Maffi e i ragazzi di “Live dal divano” che nei giorni scorsi hanno dedicato una diretta Facebook proprio alla struttura che ogni anno, a metà estate, apre le sue porte alla popolazione e che quest'anno, per ovvi motivi, è stata costretta a rinunciare all'appuntamento.
Non solo, perché come noto, le ultime settimana sono state particolarmente complicate per operatori e residenti che hanno dovuto fronteggiare un focolaio Covid, arginato e superato del tutto due settimane fa quando tutti i tamponi hanno dato esito negativo. Un momento difficile raccontato nel corso della trasmissione del gruppo che durante lo scorso lockdown con le sue dirette aveva rappresentato un appuntamento fisso per tanti abitanti della Val di Magra.
Con un videomessaggio Gabbani – da tempo residente a Luni – ha rivolto “Un caro saluto ai ragazzi e a tutto il personale del Cardinal Maffi. So che avete avuto un momento difficile – ha detto l'artista – ma so anche che con grande impegno siete riusicti a superarlo. Complimenti di cuore a tutti e un saluto ai ragazzi di Livedaldivano per le belle iniziative che stanno mettendo in campo in questo momento di distanziamento forzato, sottolineando anche gli aspetti strepitosi del nostro territorio”.
“Durante il periodo dell'emergenza – ha poi raccontato gli operatori Matteo Pardini e Silvia Marcesini – abbiamo ricevuto grande solidarietà da tante persone. Il sindaco Montebello è subito venuto di persona con la Protezione Civile, è stato montata una tenda per noi fondamentale per permetterci di cambiarci prima di entrare in struttura, inoltre tante persone ci hanno mandato pizze e colazioni facendoci sentire la loro vicinanza in ogni modo. In una situazione difficile tutti hanno tirato fuori il meglio”.
“Il momento peggiore è stato quando i positivi continuavano ad aumentare di giorno in giorno – ha osservato Montebello – ma tutto il personale ha fatto un grande lavoro di contenimento e dopo qualche giorno i numeri hanno iniziato a calare fino ad arrivare a zero. Lo sforzo più grande lo hanno fatto gli operatori che hanno affrontato una situazione molto delicata evitando scenari più preoccupanti che putroppo abbiamo visto in alcune rsa. Ci tegno anche a ringraziare i ragazzi della Protezione Civile che sono sempre una garanzia rispondendo positivamente in ogni momento anche quando ci sono situazioni delicatissime come questa”.

“Da anni mi interfaccio in maniera sempre proficua con la struttura su incarico del Giugice tutelare – ha proseguito l'avvocato e sindaco di Luni Silvestri – si tratta di un istituto di eccellenza in cui operano persone formidabili con capacità, tecnica e umanità straordinarie. Vedere l'amore con il quale vengono trattati gli ospiti è una cosa che tocca il cuore e conferma come possano esserci realtà nelle quali le persone non sono solo numeri o soggetti da gestire ma persone da tenere nella massima considerazione. Sono felicissimo che la situazione difficile sia stata superata e ribadisco il mio apprezzamento per l'opera quotidiana svolta con grande impegno da tutto il personale”.
Quindi la testimonianza di Andrea Marcesini, produttore locale che a inizio anno aveva avviato un progetto di reinserimento di 'agricoltura sociale' con il Cardinal Maffi. “Tutto è nato dalla voglia di aiutare queste persone a riprendere contatto con la terra e lo spazio esterno – ha concluso – la vigna è una possibilità per consentire loro di integrarsi meglio con quello che c'è fuori dalla struttura. Abbiamo realizzato un vigneto legato alla tradizione per consentire loro di stringere un legame ancora più forte con questo territorio”.
Un'attenzione quella rivolta al lavoro della struttura che è arrivata fino alla presidenza della Fondazione Cardial Maffi che oggi con il suo presidente Falorni ha ringraziato il gruppo di Livedaldivano per aver colto e raccontat lo spirito e i valori degli abitanti della struttura al confine fra Castelnuovo e Luni.

Il saluto di Francesco Gabbani

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News